11-06-2019 1 minuto

Zilliqa (ZIL) ha annunciato il lancio degli smart contracts sulla sua rete

gdbroad Scritto da Gianluca Diomedi

Lunedì 10 giugno, il Presidente e Chief Scientific Officer della startup blockchain ZilliqaAmrit Kumar, ha annunciato che le funzionalità degli smart contracts  sono state attivate nella mainnet di ZIL.

 

Cos'è Zilliqa?

 

Zilliqa è una ''piattaforma  blockchain pubblica scalabile e sicura''.  Ancora più importante, è una delle prime piattaforme blockchain pubbliche che ha già implementato lo sharding. Con la testnet, Zilliqa è riuscita a raggiungere un throughput di oltre 2.828 transazioni al secondo.

 

Questa non raggiunge le prestazioni a livello di Visa (circa 24.000 TPS), ma è molto più veloce di Ethereum (20 TPS), Dash (48 TPS), Litecoin (56 TPS) e Bitcoin Cash (in media, fino a 61 transazioni al secondo). Zilliqa afferma che questo tipo di velocità ''abilita nuovi casi di utilizzo che richiedono requisiti elevati che prima non erano ancora possibili su piattaforme delle blockchain pubbliche''.

 

Smart contracts di Zilliqa

 

Il linguaggio utilizzato per creare contratti intelligenti sulla piattaforma Zilliqa si chiama Scilla (abbreviazione di Smart Contract Intermediate-Level Language).  Si tratta di un linguaggio sicuro e funzionale, creato con lo scopo di offrire maggiori garanzie di sicurezza a livello linguistico.

 

Scilla è stato progettato per ottenere contemporaneamente comunicatività e tracciabilità, pur consentendo un controllo formale sul contenuto contratttuale. E’, altresì, fornito di una serie di analizzatori di codici statici che possono essere molto utili per rilevare bug nei contratti prima che vengano pubblicati online.

 

Questo linguaggio è stato progettato in modo tale che diverse componenti operative di un contratto (come il calcolo e la comunicazione con altri contratti) siano gestite in modo molto pulito, eliminando quindi qualsiasi interfogliamento complesso.

 

Nel corso degli ultimi sei mesi il team ha lanciato la mainnet il 31 gennaio, attivato le transazioni, e sottoscritto numerose partnership, come ad esempio Project Proton, WPP Mindshare, Mediamath, Rubicon, Integral Ad Science e Underscore CLT, che hanno eseguito con successo i primi test degli smart contract di Zilliqa per PepsiCo, con un aumento fino al 28% dell’efficienza dei costi per le impressioni visualizzabili.