11 società cripto che hanno fatto la differenza nel 2020

Fonte immagine: Cryptorivista, Crypto Rivista

Queste aziende, startup e progetti sono stati motori e agitatori chiave nello spazio cripto negli ultimi 12 mesi.

Il 2020 ha rappresentato un momento cruciale per le criptovalute. I Governi hanno perseguito politiche inflazionistiche nel tentativo di affrontare lo shock economico della pandemia di coronavirus, dimostrando così a molti il ​​caso delle criptovalute. 

Alcune Nazioni, dalla Cina al Brasile, hanno perseguito piani strategici per lo studio e l’introduzione delle CBDC. Questo dando peso alla legittimità del settore delle valute digitali nel suo complesso. In questo quadro gli investitori istituzionali si sono riversati su bitcoin, innescando un’ondata di azione sui prezzi che ha visto, la più grande criptovaluta in termini di capitalizzazione del mondo superare il suo massimo storico precedente.

Proprio come molti sostenitori delle criptovalute avevano previsto nel 2019, gli ultimi 12 mesi hanno portato aziende tradizionali e grandi aziende nello settore blockchain e non è finita qui. 

Allo stesso tempo, startup e progetti emergenti hanno consolidato le loro posizioni, lanciato nuovi prodotti innovativi (e audaci), battuto record di trading o ci hanno aiutato a dare un senso a ciò che è diventato un anno chiave per le criptovalute e per il futuro di questo settore.

Ecco chi ha fatto la differenza quest’anno!

PayPal

Per aver finalmente ceduto e integrato la crittografia nel 2020 (ci sono voluti solo sette anni !)

L’azione di PayPal per integrare il supporto per le criptovalute è stata vista come un momento di svolta per il settore durante lo scorso ottobre. 

Il gigante dei pagamenti digitali ha una base utenti attiva globale di 346 milioni di persone. (Per fare un confronto, Cash App, sviluppata da Square, un’altra società del nostro elenco, ha una frazione della base di utenti PayPal, con 30 milioni di utenti mensili attivi). 

PayPal ha iniziato a offrire il suo servizio agli utenti statunitensi a novembre ed oltre un quinto ha già scambiato criptovalute sulla sua app. 

La sua mossa è stata vista come “legittimante” Bitcoin , da molti, incluso il CEO di MicroStrategy Michael Saylor (il prossimo luminare della nostra lista).

Nel 2021, PayPal prevede di distribuire il suo servizio al resto del mondo e noi dobbiamo essere pronti. Tuttavia, l’abbraccio di PayPal alla criptovaluta non è stato accolto con plauso universale; molti sostenitori di Bitcoin hanno sottolineato che poiché le criptovalute acquistate sulla piattaforma non possono essere trasferite ad altri account, e questo va contro l’etica di Bitcoin.

Microstrategy

La società di software aziendali MicroStrategy è diventata il principale investitore istituzionale in Bitcoin dopo che il suo CEO Michael Saylor ha rivelato, in ottobre, di detenere risorse digitali per un valore di quasi 800 milioni di dollari nella sua azienda e negli account personali. 

Per saperne di più: Bitcoin: il CEO di MicroStrategy rivela i dettagli sull’acquisto di BTC per $ 175 milioni

Da quel momento Saylor è diventato una dei più grandi “cheerleader” di bitcoin, aggiungendo più Bitcoin alle casse di Microstrategy all’inizio di questo mese. Ha anche twittato una serie di coloratissime approvazioni di Bitcoin, descrivendo la criptovaluta in vari modi come “uno sciame di cyber calabroni al servizio della dea della saggezza” e “un’arca per evitare di annegare nel diluvio di valuta” . Una vera svolta rispetto al 2013, quando ha descritto i giorni di Bitcoin come “contati”.

Grayscale

For taking institutional investors by the hand

Grayscale, il più grande gestore di risorse digitali al mondo, ha registrato un anno da record. Ora ha in gestione asset crittografici per un valore di oltre $ 12 miliardi, prevalentemente in Bitcoin.

La società consente agli investitori accreditati di ottenere posizioni in bitcoin, ether e una varietà di altre risorse digitali attraverso diversi trust e fondi, e quest’anno ha visto la sua popolarità esplodere. In una sola settimana durante l’estate, ha raccolto oltre $ 200 milioni dagli investitori. Attualmente ha di gran lunga il più grande portafoglio bitcoin di qualsiasi piattaforma di investimento istituzionale.

Per saperne di più: Bitcoin sempre più popolare tra gli investitori istituzionali. Grayscale attira quasi $ 1 miliardo di investimenti

BlockFi

La piattaforma di prestito BlockFi consente ai detentori di criptovaluta di prestare le loro attività a tassi fino all’8,6% offrendo anche servizi di trading. 

La startup con sede a Jersey City è stata fondata nel 2017 e ha generato entrate per 4,5 milioni di dollari nel 2019 , quando ha iniziato ad offrire i suoi servizi di prestito, prima del scoppio della Decentralized Finance (DeFi) che ha reso popolare l’operazione di prestito in criptovaluta.

BlockFi ha raccolto oltre $ 100 milioni di azioni da società di venture capital Galaxy Digital, Winklevoss Capital e altri. È sulla buona strada per guadagnare $ 120 milioni di entrate quest’anno e si sta preparando per un’IPO.

Conio

Non potevamo esimerci dall’inserire anche realtà tutte made in Italy, si parla troppo di estero senza renderci conto di cosa abbiamo sul nostro territorio. Conio, la società Fintech che offre un servizio di custodia e trade di bitcoin, ha concluso un’operazione milionaria con Banca Generali.

Banca Generali fornirà infatti la custodia di bitcoin ai propri clienti a seguito di un accordo con Conio che vedrà la banca acquisire una quota di 14 milioni di dollari nella fintech focalizzata sulle criptovalute.

Le istituzioni finanziarie che una volta giravano le spalle alla criptovaluta, ora la stanno abbracciando così come nell’ultimo accordo che dimostra ulteriormente la convergenza tra finanza tradizionale e digitale.

Banca Generali fa parte del Gruppo Generali, uno dei primi dieci gruppi assicuratori al mondo. La banca è nota per la sua innovazione nella tecnologia e nella gestione degli investimenti e vanta uno dei migliori punteggi di diversità del pianeta con le donne che rappresentano il 50% dei suoi 2.000 banchieri privati, una statistica stimolante per un settore dominato dagli uomini.

Per saperne di più: Banca Generali investe nel servizio di custodia di Bitcoin con Conio

Uniswap

L’exchange decentralizzato (DEX) Uniswap è stato lanciato nella versione 2.0 a maggio, consentendo per la prima volta lo scambio diretto di token da ERC20 a ERC20, oltre ad aggiungere token precedentemente incompatibili come Tether ed una serie di miglioramenti tecnici. Stava per inaugurare un boom della DeFi che si è protratto oltre l’estate, quando il DEX ha superato l’exchange Coinbase nel volume di scambi giornalieri.

Uniswap è diventato il luogo in cui lanciare nuovi token e guadagnare denaro aggiungendo liquidità al mercato di un token. Questo, insieme alle sue basse commissioni (0,3%), lo ha visto raggiungere oltre $ 3 miliardi di “valore totale bloccato” (TVL), una misura del valore degli asset crittografici bloccati nella piattaforma a novembre.

Young Platform

Torniamo nuovamente in Italia, dove una Startup torinese, è stata valutata per oltre 10 milioni di euro. Questa piattaforma permette anche ad utenti inesperti di formarsi e poi semplicemente iniziare a comprare e vendere criptovalute.

Andrea Ferrero, CEO & Co-Founder della startup che in un intervista a Forbes ha raccontato come l’intuizione principale sia stata quella di iniziare con la formazione e con un’adozione semplice della prima criptomoneta.

Così hanno lanciato una mobile-app che da un lato permette di imparare e dall’altro fa guadagnare coin solo camminando mantenendo la stessa App aperta sul telefono: un coin ogni tot passi. Grazie a questa idea, la società è arrivata ad avere 120 mila utenti che prendevano dimestichezza con i coin e ai quali è stato poi offerto il primo exchange dove i coin guadagnati possono essere usati per avere dei vantaggi.

L’aver cresciuto da subito una community importante ha dato credibilità alla società e ai suoi 6 giovani fondatori permettendo loro di trovare il primo finanziamento di 250 mila euro da business angel e poi lanciare una campagna di crowdfunding nel 2019 che li ha portati a raccogliere un totale di quasi un 1 milione di euro.

Raribile

Dal lancio del mercato NFT Rarible nel novembre 2019, sono state create circa 40.000 opere d’arte sulla piattaforma di proprietà della comunità, con un valore totale delle transazioni di quasi $ 10 milioni .

Rarible consente a chiunque di creare un token non fungibile (NFT) che rappresenta un oggetto da collezione digitale negoziabile, con prova di provenienza e consente la vendita dell’opera sul proprio marketplace a costi quasi nulli. 

Mentre altri mercati di crypto art come SuperRare, Nifty GatewayMakersPlace e OpenSea stanno facendo ottimi affari, Rarible attualmente è in testa al gruppo, con volumi settimanali che superano $ 1 milione.

Per saperne di più: NFT: un trend in crescita esponenziale

A luglio è diventato anche il primo progetto NFT a lanciare un token di governance, RARI, che viene utilizzato sulla piattaforma. Recentemente, yInsure, negoziabile come NFT sulla piattaforma Rarible, si è dimostrato popolare tra gli utenti, che possono guadagnare RARI come sottoprodotto del loro commercio. Tali caratteristiche stanno facendo diventare Rarible come uno dei primi pionieri di una nuova sinergia tra NFT e DeFi.

Glassnode

La società di analisi con sede in Svizzera Glassnode fornisce informazioni di mercato on-chain e dati di scambio per investitori istituzionali e criptati al dettaglio. Dispone di 250 metriche di informazioni utilizzabili, inclusi dati di transazione, wallet, dati su i miner e i volumi di derivati. 

Quest’anno, startup di analisi di crittografia e blockchain come Chainalysis, Elliptic e Glassnode, fondata nel 2017 dal data scientist e sviluppatore di software Rafael Schultze-Kraft, hanno offerto al settore (e alle agenzie governative) dati sempre più accurati e utili anche per far fronte agli hack che ha sconvolto diverse piattaforme.

Stonize

Si trova in Italia la prima società fintech europea accettata come caso d’uso fintech dal gruppo di lavoro sulle applicazioni (WG6) dell‘ISO 307, lo standard internazionale per BDLT.

Si chiama Stonize ed ha raggiunto questo obiettivo sfruttando Algorand, una blockchain permissionless che utilizza il protocollo POS per il proprio funzionamento.

Stonize sfrutta la tecnologia blockchain per esemplificare e rendere trasparenti le operazioni di cartolarizzazione. Un modo innovativo ed unico nel suo genere di far interagireinvestitori istituzionalioriginators e service providers attraverso la piattaforma studiata dal team di sviluppo.

Il Comitato tecnico dell’Organizzazione internazionale per la standardizzazione su Blockchain e tecnologie di contabilità distribuita (ISO / TC 307), ne ha premiato la funzionalità definendolo caso d’uso di rilevanza globale.

Per saperne di più: In Italia il primo caso d’uso di BDLT selezionato dall’ISO

Scrypta Foundation

Per ultima ma di certo non per importanza ScryptaFoundation ha sviluppato, in questa fase di emergenza determinatasi per effetto della pandemia da Covid-19, contribuisce rilasciando l’uso gratuito al Comune di Vizzini di un sistema innovativo, basato sulla tecnologia blockchain di Scrypta.

Il sistema si basa sulla dematerializzazione e gestione dei “buoni spesa”, attraverso la “tokenizzazione” dei buoni di solidarietà. Questo è uno dei primi esempi in Italia di uso massivo di token e della blockchain, per un uso quotidiano e di utilità sociale. 

Le risorse, stanziate dal Governo e dalle Regione in aiuto ai nuclei familiari più fragili e disagiati, servono per l’acquisto di beni di prima necessità, farmaci, e in particolare alla ”assistenza alimentare”. 

Così, per dare una soluzione immediata alla corretta distribuzione degli aiuti alle famiglie che hanno difficoltà economiche, Scrypta Foundation ha realizzato uno strumento sicuro e tracciabile, open-source, semplice e pratico nell’utilizzo, che fa risparmiare tempo e risorse al Comune.

Ad oggi tra l’altro conta ben 70 cartelle su GitHub che comprendono tra le altre soluzioni anche Scrypta News, la tecnologia che è dietro blockchain.cryptorivista.

Per saperne di più: Buoni spesa di 600 euro in Blockchain: ecco come

Quadrans

Istituita nell’aprile 2018, la Fondazione è stata creata per servire gli interessi della comunità. Molti esperti da tutto il mondo hanno aderito alla Fondazione per dedicarsi al miglioramento costante di Quadrans ed educare il grande pubblico all’uso di nuovi modelli di dati decentralizzati.

La Fondazione collabora con istituzioni, agenzie governative e partner accademici  per consentire il passaggio di paradigma da sistemi centralizzati a sistemi decentralizzati. Noi abbiamo intervistato Marco Vitale Presidente e Fondatore nonché membro del national blockchain board del Ministero dello Sviluppo Economico, insieme a Marco Crotta uno tra li youtuber tech più seguiti in Italia.

Abbiamo parlato di tracciabilità attraverso la blockchain dei prodotti, di certo una soluzione non perfetta in toto ma sicuramente che esorta gli attori ad evitare eventuali comportamenti inappropriati. In aggiunta di sicura rilevanza è anche il bot telegram che permette gratuitamente di notarizzare documenti in maniera semplice, gratuita ed efficace.

Conclusione

Queste ovviamente sono solo alcune delle realtà che abbiamo avuto modo di scoprire durante l’oramai scorso anno, e che insieme a tutta la community cripto hanno contribuito ad aumentare il valore del mercato italiano, Europeo e Globale.

La strada però è ancora lunga, e noi ci saremo nel 2021 ancora di più di quanto lo siamo stati sino ad oggi per traghettare il nostro Paese nella rivoluzione, attraverso l’informazione libera, efficace e puntuale.


Disclaimer

L’attività del sito non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dal D.Lgs. 58/98, così come modificato dal successivo D.Lgs. 167/2007. Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale. Tutti i contenuti del sito hanno solo scopi didattici, educativi e informativiPertanto tutti gli articoli non sono da intendersi come consigli finanziari.