5AMLD: altre due società chiudono i battenti a causa delle nuove norme dell’UE

Il mining pool Simplecoin e la piattaforma di gaming Chopcoin hanno deciso di cessare le proprie attività a causa della quinta direttiva antiriciclaggio dell’UE (5AMLD UE), che entrerà in vigore il 10 gennaio, riporta The Block.

 

 

La società Simplecoin ha notificato agli utenti la chiusura della piattaforma dal 1 ° gennaio 2020, poiché le nuove norme richiedono l’implementazione di una vasta gamma di requisiti per le procedure AML e KYC.

 

“Quando la legge entrerà in vigore, saremo costretti a richiederti di identificarsi per combattere il riciclaggio di denaro. Il mining dovrebbe essere accessibile a tutti e ci rifiutiamo di mettere a repentaglio la tua privacy “, afferma il comunicato di Simplecoin.

 

Secondo quanto ha dichiarato Christian Grieger, co-fondatore di Simplecoin, l’azienda conta due dipendenti e serve 42 mila utenti. Quest’ultimi devono prelevare i propri fondi dalla piattaforma entro il 20 dicembre e, se lo si desidera, eliminare i dati del proprio account entro la fine dell’anno.

 

Per lo stesso motivo, anche la piattaforma di gaming Chopcoin è in fase di chiusura, di cui Griger è anche co-fondatore.

 

La direttiva impone obblighi di segnalazione più severi per le aziende che lavorano con criptovaluta e autorizza anche le unità di intelligence finanziaria a ricevere gli indirizzi e gli identificatori dei detentori di asset digitali.

 

Griger ha affermato che la società è operativa dal 2015 e conta 305 mila utenti

 

In precedenza, la chiusura a causa dell’entrata in vigore di 5AMLD UE è stata annunciata da Bottle Pay.