Adam Back ha negato un incontro personale con Satoshi Nakamoto in un bar

Secondo le ultime voci, uno dei primi Bitcoiner e CEO di Blockstream, Adam Back, potrebbe aver incontrato Satoshi Nakamoto di persona. Questa opinione è stata espressa dal CEO della crypto-startup Metal Pay, Marshall Hayner, in una conversazione con Cointelegraph.

Secondo le dichiarazioni di Hayner, durante il lancio di Blockstream, lui e Back, nonché altri membri dell’industria hanno partecipato ad una riunione. Quando il gruppo ha iniziato a parlare del creatore di Bitcoin, Back ha riferito che una volta ha incontrato Satoshi Nakamoto di persona.

Una volta fatta questa rivelazione, tutto il gruppo ha iniziato a chiedere ulteriori dettagli dell’incontro, al che, Adam Back, rispose:

“Non voglio dire troppo. Ma Satoshi è inglese, ci siamo conosciuti a Londra, siamo andati in un pub e abbiamo bevuto una birra. Penso che potrebbe essere un dipendente dell’MI6“.

Tuttavia, Hayner ha sottolineato che non ricorda quando di preciso Back incontrò Satoshi Nakamoto. A suo avviso, l’incontro potrebbe essere avvenuto tra il 2009 e il 2010.

Dopo la pubblicazione della notizia, Back ha negato le parole di Hayner dicendo di non aver mai fatto dichiarazioni simili.

“Se avessi incontrato Satoshi non l’avrei detto a nessuno. Per quanto ne so, nessuno ha mai visto Satoshi Nakamoto dal vivo (tranne quelli che inventano storie). Inoltre, non so chi sia Marshall Hayner e non ho mai parlato con lui riguardo il creatore di Bitcoin”, ha affermato Back.

Le parole di Hayner sono state smentite anche da altri partecipanti alla riunione, tra cui lo sviluppatore di Bitcoin Gregory Maxwell e l’ex CEO di Blockstream Austin Hill. Quest’ultimo ha definito la storia raccontata da Hayner “senza senso” e ha aggiunto che le speculazioni sull’identità di Satoshi non è accettata nel loro gruppo.

Il dibattito sull’identità di Satoshi Nakamoto continuerà ancora a lungo, visto che ogni giorno compaiono nuove versioni. Tuttavia, chiunque fosse questa persona o gruppo di persone, ha portato ad una svolta epocale nel mondo del FinTech e nel modo di comprendere la finanza tradizionale. Quindi, se vuole rimanere in incognito, allora così sia. Deve avere le sue ragioni per non rivelarsi, forse per proteggere una delle più grandi invenzioni della storia, Bitcoin, capace di liberare milioni di persone dalla schiavitù politico-finanziaria delle banche.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 10719.40