Bitcoin: avvenuta una transazione di BTC inattivi dal 2010

Il 14 giugno, un utente sconosciuto ha eseguito una transazione di 50 Bitcoin (BTC) che erano inattivi sul wallet sin dal 24 maggio 2010.

Dati: blockchain.com

Al momento della stesura di questo articolo, le monete sono immobili su un nuovo wallet, lo sconosciuto non le invia ai mixer e non le divide in piccoli lotti. Secondo alcuni esperti, ciò potrebbe indicare il volere di vendere i bitcoin “puri” o il desiderio del mittente di testare la reazione della community.

Inoltre, sottolineiamo che questa non è la prima volta in cui sentiamo parlare di vecchie monete messe in movimento. A maggio di quest’anno, infatti, sono entrati in azione 50 Bitcoin minati il ​​9 febbraio 2009. Il periodo sopracitato risale a quando la blockchain di Bitcoin era attiva da poco più di un mese. Quindi, molti utenti hanno pensato che la transazione fu eseguita dal creatore della prima criptovaluta Satoshi Nakamoto. Tuttavia, questa ipotesi non è stata né confermata né smentita. 

 Infine ricordiamo che, sempre a maggio, si “sono risvegliati” 145 wallet creati nel periodo che risale a 2009-2010. Tutti gli indirizzi in questione hanno firmato un messaggio accusando Craig Wright di bugie e frodi. Per di più, prima delle accuse firmate, durante il processo contro il fratello del suo defunto socio in affari Dave Kleiman, Wright presentò alla corte un elenco di indirizzi, compreso i 145 in questione, che presumibilmente gli appartenessero.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 10717.56