Bitwise: La SEC non dovrebbe preoccuparsi così tanto per la manipolazione

22 Dicembre, 2019
Bitwise ha scritto una nuova lettera aperta alla SEC degli Stati Uniti, affermando che spera ancora di lanciare il proprio ETF basato su Bitcoin.  

Bitwise Asset Management ha scritto una nuova lettera aperta alla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, affermando che spera ancora di lanciare il proprio ETF basato su Bitcoin.

 

Il documento pubblicato venerdì scorso è una risposta della società ad un rifiuto di 112 pagine da parte del regolatore, nonché un tentativo di dissipare i dubbi della SEC sull'esposizione del mercato delle criptovalute alla manipolazione.

Bitwise by CryptoRivista on Scribd

In particolare, i rappresentanti delle società affermano che bitcoin è molto resistente alle manipolazioni, poiché il suo prezzo è fissato dal mercato aperto. I mercati convenzionali, al contrario, "si basano su prezzi coordinati", provocando incidenti come lo scandalo di London Interbank Offered Rate (LIBOR).

 

Per quanto riguarda il requisito per lo scambio di dati di monitoraggio del mercato, Bitwise ha sottolineato che il suo partner NYSE Arca ha accordi pertinenti con la borsa CME. Inoltre, il tasso di riferimento utilizzato da CME, per i calcoli dei future, si basa su alcuni dati che riducono il potenziale rischio di manipolazione.

 

Bitwise ha anche sottolineato che ormai molti investitori americani stanno investendo in bitcoin. Pertanto, vi è una "necessità critica" per far partire sul mercato strumenti sicuri ed efficaci.

La società ha fatto riferimento ad un recente studio di Charles Schwab, secondo il quale i millennial investono più in bitcoin attraverso Grayscale Bitcoin Trust che in azioni di Disney, Netflix, Microsoft e altre società ben note.