In Venezuela stanno sviluppando una soluzione per le operazioni con bitcoin senza Internet

22 Gennaio, 2020

Un team di sviluppo venezuelano, associato al gruppo Bitcoin Venezuela, sta preparando al rilascio un protocollo di nome “Locha”, volto a rendere possibili le operazioni con bitcoin senza connessione a Internet, riporta Cointelegraph.

Il nuovo protocollo è una wireless mesh network. Gli sviluppatori stanno anche lavorando su due dispositivi che permetteranno di connettersi alla blockchain di Bitcoin usando solo le onde radio a lungo raggio.

Il primo dispositivo , soprannominato Turpial, è una versione più semplice di un trasmettitore radio che funziona a distanze da uno a due chilometri nelle aree urbane. Il secondo, Harpia, è un modulo radio limitato per piccoli computer.

Entrambi i dispositivi sono portatili e funzionano a batteria.

È stato riferito inoltre che in futuro la soluzione potrà essere integrata con qualsiasi altra blockchain, nonché con i sistemi di messaggistica e con i protocolli di trasferimento di file come IPFS.

"Stiamo creando una soluzione per i casi in cui non c’è Internet, ad esempio, a causa della mancanza di infrastrutture o della censura mirata, nonché per garantire l'anonimato", ha affermato Randy Brito, il capo del progetto e membro di Bitcoin Venezuela.

L’uomo ha inoltre sottolineato che la rete non si baserebbe necessariamente su nodi collegati a Internet tramite un telefono fisso. 

Si prevede che lo sviluppo dei dispositivi sarà completato entro il secondo trimestre del 2020. Tuttavia, quanto tempo sarà necessario per la loro ulteriore produzione è ancora sconosciuto.

Locha è un protocollo open source, che darà la possibilità agli sviluppatori di utilizzarlo in seguito per creare le soluzioni simili.