Coinbase: le liquidazioni sono state il catalizzatore del crollo di bitcoin

Secondo gli analisti di Coinbase, il crollo di Bitcoin, avvenuto il 12-13 marzo, è stato provocato dalla liquidazione di massa delle posizioni aperte con una forte leva finanziaria, riporta Coinbase Blog.

Schermata-2020-03-31-alle-14-09-41

Bitcoin

“Per quanto riguarda Bitcoin, la ragione del crollo è stata provocata dal profondo rosso dei mercati tradizionali. Alcuni speculatori, per paura, hanno venduto le posizioni a breve termine, alcuni trader istituzionali hanno liquidato per coprire le posizioni marginali. Tuttavia, il tasso di bitcoin è crollato di più e più velocemente di altcoin per un motivo solo: la dimensioni della leva finanziaria”, afferma il Blog di Coinbase.

Leva finanziaria 

Secondo gli analisti, nei mercati tradizionali, la leva finanziaria disponibile è spesso limitata a 2-3 volte. Nel mercato delle criptovalute, la situazione è completamente diversa:

“Su alcuni mercati, la leva per bitcoin può arrivare a 100 volte. Cioè, $ 1 in BTC può servire da garanzia per un ordine da $ 100. Onestamente, una leva cosi è molto rischiosa: una posizione da 100 x viene forzatamente chiusa se il mercato si muove contro l’ordine dell’1% circa. E sebbene la maggior parte dei trader preferisca aprire posizioni con una leva più ragionevole (tra i 5-30 x), è comunque molto più di 2-3 x che possiamo osservare sui mercati tradizionali.”

Schermata-2020-03-31-alle-14-11-38

Liquidazioni

Secondo gli analisti, l’ondata di liquidazione è stata chiaramente osservato sui grafici di ​​BitMEX, dove molte persone fanno il trading con una leva molto alta.

“Durante il crollo, il prezzo di Bitcoin su BitMEX è stato significativamente inferiore rispetto ad altre piattaforme. Solo dopo che BitMEX è andato in manutenzione, durante il picco di volatilità, le liquidazioni si sono fermate e il prezzo ha iniziato rapidamente a riprendersi”, affermano gli esperti di Coinbase.

La tabella seguente mostra:

  • Discrepanze del prezzo tra BitMEX e Coinbase durante il de-posizionamento automatico delle posizioni;
  • rapido recupero del prezzo di Bitcoin da quando BitMEX è andato offline;
  • diminuzione della differenza del prezzo di BTC su BitMEX e Coinbase.

Schermata-2020-03-31-alle-14-12-23

Gli analisti di Coinbase prevedono che, man mano che l’industria delle criptovalute e il controllo da parte dei regolatori crescerà, le dinamiche osservate il 12-13 marzo si verificheranno molto meno spesso.

Infine ricordiamo che, secondo gli esperti di The Block, Bitcoin ed Ethereum si sono rivelati gli asset peggiori, confrontandoli anche con i mercati tradizionali, durante la pandemia.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 10794.80