Coinmetrics: “la maggior parte degli utenti di criptovalute non si preoccupa dalla pivacy”

Gli analisti del portale analitico CoinMetrics hanno pubblicato un altro rapporto sullo stato della crypto-industria. Secondo gli esperti, gli utenti di criptovalute molto raramente si preoccupano dell’anonimato delle transazioni e della privacy in generale.

Secondo l’analisi di Coinmetrics, il volume totale delle transazioni con l’utilizzo delle criptovalute anonime come Zcash, Monero e Grin, non supera il 6% del volume giornaliero delle transazioni di Bitcoin. E anche quando le transazioni con le criptovalute anonime vengono effettuate, gli utenti utilizzano molto raramente tutte le funzionalità per proteggere la privacy. Ad esempio, la criptovaluta Zcash offre la possibilità di proteggere completamente tutte le informazioni sulla transazione (importo, indirizzo, etc.). Tuttavia, solo il 2% delle transazioni nella blockchain di ZEC avviene attraverso le soluzioni sofisticate, nonché completamente anonime e sicure.

“L’apatia degli utenti nei confronti dell’utilizzo delle funzioni di anonimato rimane un grosso problema. Nonostante i grandi progressi tecnologici nel campo delle criptovalute orientate alla privacy, l’adoption delle nuove soluzioni è molto lenta”, hanno affermato gli analisti di Coinmetrics.

Secondo i ricercatori, l’adozione delle criptovalute è in aumento ed è necessario ricordare ancora una volta che sono state create per la privacy. Altrimenti, l’idea di transazioni anonime diventerà un ricordo del passato. 

Inoltre sottolineiamo che, secondo uno dei più noti rappresentanti della crypto-community, Andreas Antonopoulos, la blockchain di Bitcoin non diventerà mai veramente anonima.

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su: Facebook Twitter Telegram LinkedIn.