Coronavirus, Apple e Google uniscono le forze nella lotta contro il virus mortale

I giganti della silicon valley, Apple e Google, hanno annunciato una partnership per contrastare la diffusione del coronavirus (COVID-19). Le aziende integreranno un’app nei loro smartphone per avvisare gli utenti del contatto con le persone infette.

“Tutti noi di Apple e Google crediamo che non ci sia mai stato un momento più importante per lavorare insieme e per risolvere uno dei problemi più urgenti al mondo”, afferma la nota congiunta.

A maggio, le aziende rilasceranno le API per consentire l’interazione tra dispositivi Android e iOS utilizzando applicazioni sanitarie, che saranno disponibili per il download su Play Market e App Store. Gli utenti saranno informati della necessità di autoisolamento dopo il contatto con una persona infetta.

Per fare ciò, è necessario che la persona che ha ricevuto il risultato positivo dopo il test per riscontrare il contagio da coronavirus invii questi dati alle autorità sanitarie. Successivamente, tutti coloro che sono stati in stretta vicinanza con la persona infetta nei giorni scorsi riceveranno una notifica.

Nei prossimi mesi, Apple e Google lavoreranno per espandere la piattaforma di tracciamento dei contatti basata su Bluetooth. Le aziende considerano quest’ultima, come una soluzione più affidabile che consentirà a più persone di prendere parte all’iniziativa se lo desiderano. Ciò amplierà l’interazione a un più ampio ecosistema di applicazioni con il coinvolgimento di agenzie governative.

Allo stesso tempo, le società hanno dichiarato che la riservatezza dei dati e la partecipazione volontaria all’iniziativa sono di fondamentale importanza.