Il Governatore della Banca del Canada ha spiegato perché il FIAT è preferibile alle crypto

17 Dicembre, 2019

La mancanza di regolamentazione del settore delle criptovalute e la rischiosità delle risorse digitali non consentiranno a questo metodo di pagamento di diffondersi nel prossimo futuro. Lo ha affermato Stephen Poloz, il governatore della Bank of Canada, riporta Bitcoinist.

Secondo Polz, le interruzioni di corrente o gli attacchi informatici privano automaticamente una persona della possibilità di pagare in criptovaluta.

"Credo che i soldi della Banca centrale - le banconote che avete in tasca (FIAT) - forniranno sempre un bene pubblico importante. Effettuare i pagamenti utilizzando uno strumento generalmente accettato è il diritto sovrano di ogni persona", ha affermato Stephen Poloz.

Il governatore della banca centrale ha inoltre ricordato che lo stato non ha ancora creato strumenti per aumentare la trasparenza delle transazioni con token e proteggere gli investitori che hanno investito negli asset digitali.

Sottolineiamo che il Canada è nella lista dei paesi i cui cittadini preferiscono utilizzare il contante per pagare beni e servizi. Dieci anni fa, più della metà dei pagamenti nel paese venivano effettuati in contanti, ora questa cifra è di circa il 30%.

Inoltre ricordiamo che, la Banca del Canada aveva dichiarato di prendere in considerazione l'emissione di una propria valuta digitale per combattere la "minaccia diretta" proveniente dalle criptovalute.