Gli esperti hanno identificato dieci vulnerabilità nel protocollo SushiSwap

Il codice dell’exchange decentralizzato SushiSwap, che viene pubblicizzato come “l’evoluzione di Uniswap”, contiene dieci vulnerabilità, tuttavia nessuna di esse è critica. Gli analisti della startup Quantstamp sono giunti a tali conclusioni sulla base dei risultati ottenuti dall’audit dello smart contract dell’exchagne (DEX).

Due (2) vulnerabilità sono di natura moderata, tre (3) hanno un livello di gravità insignificante e le restanti sono più di natura informativa (informational). 

Una delle due vulnerabilità che merita particolare attenzione riguarda la possibilità da parte dai fornitori di liquidità di aggiungere nuovamente lo stesso token (LP) al pool. In questo caso, le variabili di ricompensa vengono azzerate.

La seconda vulnerabilità riguarda il rischio di appropriazione indebita di fondi, che aumenta quando la chiave privata del proprietario viene compromessa. Tuttavia, nel peggiore dei casi, ciò può portare al trasferimento di tutti i token LP ad un indirizzo arbitrario (arbitrary address). Ma questo può accedere solo dopo due giorni dalla conferma della transazione, il che dà tempo sufficiente per prevenire una situazione del genere.

Tra i problemi che hanno un grado di rischio inferiore, viene indicato anche la potenziale carenza di gas per le commissioni nel protocollo massUpdatePools in caso di transazione con un numero elevato di token.

Al momento della stesura di questo articolo, secondo il portale analitico Zippo.io, dopo appena 5 giorni dal lancio, gli utenti hanno già depositato all’interno della piattaforma DeFi SushiSwap circa $ 1,4 miliardi.

Inoltre, quasi ¾ dei 1,67 miliardi di dollari depositati su Uniswap provengono dal pool di liquidità di SushiSwap.

Il costo del token nativo del progetto SushiSwap – SUSHI – negli ultimi giorni è cresciuto di sei volte e ha raggiunto gli attuali $ 6,06, mentre la capitalizzazione del progetto è arrivata a 262,79 milioni di dollari.

Fonte: Zippo.io

Il successo di SushiSwap ha portato alla nascita di cloni del progetto come yuno.finance, Hotdogswap, pizzafinance e Kimchi.

Il progetto Hotdog (Hotdogswap), nell’arco delle 24 ore, è cresciuto del 120,000% e successivamente è crollato a $0

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su: Facebook Twitter Telegram LinkedIn.