Il trading peer to peer sbarca sugli exchange

Fonte immagine: Cryptorivista, Crypto Rivista

Le criptovalute stanno per diventare mainstream, così come titola il Financial Times, e perdere questo treno potrebbe significare perdere una grande opportunità di sviluppo economico e sociale, non solo per il singolo ma per l’intera comunità.

Così KuCoin ha aperto diversi canali fiati come il P2P Fiat Trade e l’acquisto via carta di credito, servizi con il supporto ad oltre 50 valute locali già utilizzati da oltre 100.000 utenti. Fare trading vuol dire acquistare e vendere promesse di pagamento via computer o via smartphone. L’obiettivo è guadagnare sulla differenza di prezzo tra acquisto e vendita. Ma è un’attività rischiosa soprattutto per chi solo ora si sta approcciando al mondo della finanza. Quindi bisogna essere molto cauti nell’agire.

Bitcoin a quota $50.000

Oramai la soglia psicologica è superata, e giorno dopo giorno vediamo sempre nuovi ATH. Quello che stiamo vivendo è un periodo di bolla, differente però da quella del 2017. Oggi ci troviamo davanti ad una bolla istituzionale, in cui molte multinazionali come Tesla e Apple stanno entrando a gamba tesa nel mondo crypto. 

Il retail è di fatto passato in secondo piano ma ciò non significa non vi siano strumenti a disposizione per poter iniziare l’esplorazione nel mondo delle cryptovalute.

Gli esperti affermano che, quando un asset si muove lentamente o si consolida dopo una crescita esplosiva, è un segnale di un mercato sano. Per Bitcoin la stabilizzazione dopo un forte rally è critica nel frangente attuale, a causa del sovraffollato mercato dei future. Se il prezzo di BTC continuasse ad aumentare senza un adeguato pullback di reset, aumenterebbe la probabilità di un grande long squeeze nel breve termine. 

Un long squeeze avviene quando il mercato è sommerso da compratori o contratti long, e di conseguenza il funding rate diventa altamente positivo. Quando il funding rate è superiore allo 0%, gli acquirenti sono costretti a pagare una parte della loro posizione come commissione alla loro controparte short ogni otto ore. Questo meccanismo è largamente utilizzato dalle borse dei future per raggiungere l’equilibrio nel mercato, in modo che quest’ultimo non venga influenzato da una singola parte per un periodo prolungato. 

Cosa fare prima di investire

È questo il vero grande tabù, non bisogna farsi prendere dalla FOMO mettersi lì a comprendere almeno le basi del mondo cripto, cos’è Bitcoin, cos’è un wallet, come detenere in sicurezza le proprie criptovalute, dopodiché osservate, chiedete e siate critici. Fatto questo la domanda che sorge spontanea è: bene ora come faccio ad acquistare criptovalute?

In parte abbiamo risposto a questo quesito durante un precedente articolo che puoi reperire qui, oggi vi vogliamo parlare del trading P2P su KuCoin.

P2P Fiat Trade

Il trading peer-to-peer (P2P) è una forma di trading dove il compratore e venditore scambiano direttamente i loro asset in criptovaluta e fiat, con l’aiuto di un mercato online e servizi di escrow. 

Il P2P Fiat Trade non supporta esclusivamente l’utilizzo di valute locali per l’acquisto di crypto ma anche la vendita. I vantaggi della piattaforma KuCoin P2P Fiat Trade la rendono la migliore scelta peer-to-peer per i suoi utenti in quanto ha zero commissioni

Con il P2P Fiat Trade abbiamo fatto un ulteriore passo avanti rinunciando alle commissioni per questo tipo di transazioni P2P FIAT – CRYPTO.

Sulla base delle recenti indagini sui prezzi P2P a livello globale, possiamo affermare che KuCoin P2P Fiat Trade offre i prezzi più competitivi nei maggiori mercati USDT.

La piattaforma KuCoin P2P è una di quelle a più rapida crescita nel panorama P2P. Supporta 11 valute fiat e 7 crypto assets, fornendo abbastanza liquidità per ognuna di esse. Gli utenti nel P2P Fiat Trade market possono scegliere tra CNY, AUD, CAD, EUR, IDR, INR, NGN, THB, USD, VND e GBP, e possono acquistare crypto assets come USDT, BTC, ETH, USDC, PAX, e CADH. 

Per migliorare ulteriormente l’esperienza di trading dell’utente, i pagamenti sul P2P Fiat Trade di KuCoin supportano 7 metodi unici, tra cui Interac e-Transfer, PayPal, bonifici ed EFT.

Comprare con carta di credito

Oltre a P2P Fiat Trade, KuCoin offre i servizi di pagamento con carta di credito. Collaborando con fornitori quali Simplex, Banxa e PayMIR, supportando gli utenti con più di 50 valute legali, come USD, EUR e GBP.

Compra con carta di credito

Come uso il KuCoin P2P Fiat Trade?

Prima di utilizzare la piattaforma KuCoin P2P Fiat Trade, devi Registrarti ed associare un numero di telefono.

Dopodiché apri l’app e clicca su “Buy with Fiat

Dopo essere entrato nel P2P Fiat Trade, clicca “Buy” nel menu alla sinistra per vedere quali sono gli ordini aperti dai vari mercanti. Gli utenti possono scegliere in base alle proprie aspettative e poi cliccare su “Buy”. 

Image for post

Arrivati a questo punto è necessario inserire la valuta locale che desideri utilizzare e fai clic su “Buy Now”. Si noti che l’importo inserito deve essere nello stock disponibile del venditore.

Image for post

Una volta compiuto il passaggio precedente l’ordine di acquisto verrà inserito e quindi accederai alla pagina di pagamento. Devi quindi scegliere il tuo metodo di pagamento (il limite di tempo varia in base alla regione. Attenzione però completa il pagamento entro il tempo specificato in quanto la piattaforma non dedurrà automaticamente il trasferimento). 

Una volta completato il pagamento, fai clic su “Mark Payment Done” e attendi che il venditore rilasci la valuta.

Una volta che il venditore rilascia gli asset crypto, l’ordine sarà completo. Vai quindi alla pagina “Asset” per visualizzare il saldo del tuo account principale.

Se il venditore non rilascia la valuta entro il tempo specificato dal sistema o si verifica un problema durante la transazione, fai clic su “Contact Customer Service” ed il servizio clienti risolverà il problema il prima possibile.

Speriamo che questo articolo possa esservi stato utile, noi così com il team di KuCoin rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.


DISCLAIMER

L’attività del sito non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dal D.Lgs. 58/98, così come modificato dal successivo D.Lgs. 167/2007. Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale. Tutti i contenuti del sito hanno solo scopi didattici, educativi e informativiPertanto tutti gli articoli non sono da intendersi come consigli finanziari.