In Spagna stanno lavorando ad un’app blockchain per combattere il coronavirus

La Blockchain e l’intelligenza artificiale potrebbero diventare presto un’arma nella lotta contro la pandemia provocata dal nuovo coronavirus COVID-19. I ricercatori spagnoli stanno sviluppando un’applicazione per prevedere lo sviluppo della pandemia COVID-19 e gestire le misure di quarantena, riporta spectrum.ieee.org

L’iniziativa è sostenuta dall’Istituto di ricerca biomedica di Salamanca, dall’Università di Salamanca e dall’Istituto di ricerca di intelligenza artificiale.

L’applicazione utilizzerà la blockchain per archiviare e verificare i permessi rilasciati dalle autorità alle persone, per eseguire una determinata attività, ad esempio, recarsi al lavoro o visitare il supermercato durante la quarantena. Ad ogni persona verrà assegnato un certificato registrato nella blockchain ed una chiave privata per verificare l’identità.

Inoltre, per prevedere il comportamento del COVID-19, verrà utilizzata la piattaforma AI di Deep Intelligence, che riassume le informazioni delle agenzie di stampa e delle riviste scientifiche con dati sanitari e condivide la sua analisi con funzionari e medici. Inoltre, l’app potrà fornire istruzioni specifiche per individui e aziende su come ridurre al minimo la diffusione del virus.

Attualmente, lo sviluppo dell’applicazione è in fase beta. I ricercatori sperano che il loro lavoro contribuirà a comprendere meglio lo sviluppo delle future pandemie e ad organizzare una lotta più efficace.