Intel ha denunciato John McAfee per l’uso del nome “McAfee”

L’imprenditore John McAfee ha dichiarato che il gigante dell’IT Intel lo ha denunciato per l’uso del nome “McAfee” nel progetto di criptovaluta Ghost.

Attualmente, la multinazionale statunitense è proprietaria della compagnia di sicurezza informatica McAfee, acquistata nel 2010 proprio da John McAfee. Ad aprile 2020, l’imprenditore ha annunciato la creazione della criptovaluta orientata alla privacy dell’utente di nome “Ghost”, registrandola come “Ghost by McAfee”. Visto che attualmente la società Intel è proprietaria del marchio “McAfee”, ha tutto il diritto di denunciare qualsiasi startup con il nome simile che fa parte del settore tecnologico. 

Tuttavia, secondo John McAfee, i proprietari della sua vecchia azienda dovrebbero essere “felici” della pubblicità gratuita, invece di denunciarlo:

“I proprietari della mia vecchia azienda sono troppo stupidi per capire che tutto ciò che faccio aiuta il loro miserabile prodotto (antivirus McAfee)”.

Quindi, visto che il nome “McAfee” non può più essere utilizzato, l’imprenditore vorrebbe usare il suo nome completo per non imbattersi più nelle cause legali. Perciò, l’uomo ha chiesto ai suoi follower su Twitter di suggerirgli un nome “accettabile”, visto che “Ghost by John McAfee” gli sembra imbarazzante.

Gli utenti di twitter hanno risposto alla “chiamata” di McAfee con le meme

Infine ricordiamo che, il 17 luglio 2017, John McAfee ha promesso di mangiare il proprio pene in diretta televisiva se in tre anni il prezzo di bitcoin non raggiungesse i $ 500.000. Nel giorno stabilito, i membri della crypto-community gli hanno della promessa, tuttavia McAfee ha posticipato il “pasto” fino al 31 dicembre 2020.