Italia: Nasce il primo intergruppo parlamentare su blockchain e criptovalute

Fonte immagine: Cryptorivista, Crypto Rivista

Oggi per la prima volta in Italia sull’iniziativa propositiva dell’On. Davide Zanichelli, è stato dato lo slancio alla creazione del primo intergruppo parlamentare sull’approfondimento della tecnologia Bitcoin e della blockchain.

La nota

La nota prosegue sottolineando la necessità di giocare d’anticipo come sistema Paese. Ciò per assumere un ruolo da protagonisti nel cogliere l’opportunità di un fenomeno, quello delle monete virtuali, che inevitabilmente si imporrà a livello globale. 

Le valute virtuali, anche grazie a precisi accorgimenti, come il codice sorgente ”open source”, di cui spesso abbiamo parlato, sono riuscite a costituire su Internet aspetti di fiducia. Tale scelta caratterizza le criptovalute come una delle monete del futuro, al pari e non meno delle valute tradizionali.

Aggiunge l’Onorevole:” Lo sviluppo della Blockchain, ossia di un registro distribuito che garantisce la scarsità delle criptovalute senza la necessità di avere terze parti che operino da garanti e intermediari, è un altro fattore che fa prevedere una vera e propria rivoluzione nel futuro prossimo”.

Davide Zanichelli, deputato della Repubblica per l’M5S in Commissione Finanze e promotore della nascita dell’intergruppo parlamentare “Valute Virtuali e Blockchain” riferisce come a tale iniziativa abbiano già aderito 20 parlamentari di diversi schieramenti. Questo sottolinea il diffuso interesse tanto nel mercato in sé quanto nel valore intrinseco che questo possa portare al nostro Paese.

Due vie allo sviluppo blockchain italiano

“Davanti al fenomeno disruptive della tecnologia blockchain – osserva – la politica italiana può agire in diversi modi. Trascurandolo e quindi arrivando in ritardo oppure, come proponiamo, approfondendo la questione fin da subito, anche con l’aiuto di esperti, docenti, ricercatori ed imprenditori che hanno già scelto di usare le valute digitali nella loro attività”, aggiunge Zanichelli.

Come sempre abbiamo sottolineato sino a questo momento, anche l’Onorevole come gli altri sottoscriventi identificano come si abbia oggi la concreta possibilità di giocare come Paese un ruolo da protagonista nel contesto internazionale portando vantaggio a tutto il sistema.

Come legislatori, è nostro dovere cogliere questa opportunità per orientare il futuro. Perciò confido che la proposta trovi, presso il mio e gli altri gruppi parlamentari, numerose ulteriori adesioni”, conclude la nota.

Ancora uno slancio in avanti da parte degli organi centrali che sottolinea come sia necessaria una continua evoluzione del settore che passi necessariamente attraverso un ecosistema serio che ne individui obiettivi e finalità utili alla crescita del valore del settore in Italia.