JPMorgan: ora il valore intrinseco di Bitcoin corrisponde al suo prezzo di mercato

Secondo l’analista di JPMorgan, Nikolaos Panigirtzoglou, il valore intrinseco (il valore di un oggetto, inteso come costo di produzione) di Bitcoin ha recentemente iniziato a corrispondere al suo prezzo di mercato, riporta The Block.

Panigirtzoglou è convinto che il divario tra gli indicatori si sia ridotto a causa della dell’halving. Secondo le sue osservazioni, a gennaio di quest’anno, il valore intrinseco di BTC era inferiore al prezzo di mercato o, in altre parole, la prima criptovaluta fu sopravvalutato.

Schermata-2020-05-31-alle-13-01-33

Nel modello di JPMorgan, la criptovaluta Bitcoin è considerata come una merce, quindi il suo costo intrinseco viene calcolato prendendo in considerazione i costi marginali della produzione, la potenza di elaborazione delle apparecchiature e il costo dell’elettricità.

“Tenendo conto dell’halving di bitcoin avvenuto l’11 maggio, il valore intrinseco di BTC è effettivamente raddoppiato”, ha sottolineato Panigirtzoglou.

L’analista ha aggiunto che la riduzione dell’hashate dopo l’halving e di conseguenza anche del prezzo, hanno contribuito a ridurre il divario tra i costi.

Tuttavia, secondo Byte Tree, l’attuale “fair value” (o prezzo intrinseco) di Bitcoin è di circa $ 7.027, mentre al momento della stesura di questo articolo, BTC viene scambiato a circa $ 9.600.

Schermata-2020-05-31-alle-13-02-37

Secondo il modello di Byte Tree, il valore così basso dell’indice  “fair value” è in gran parte dovuto a poche transazioni on-chain nella rete di Bitcoin.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 10679.92