La banca svizzera ha registrato profitti record dopo il lancio del servizio di custodia di Bitcoin

Julius Baer, ​​una delle cinque maggiori banche svizzere, nel primo semestre ha aumentato l’utile netto del 34%. I driver dell’incremento degli utili potrebbero essere stati i nuovi servizi della banca per il trading e la custodia delle criptovalute come Bitcoin.

Nel periodo da gennaio a giugno, l’utile netto della banca ha superato i CHF 524 milioni ($ 555 milioni). Allo stesso tempo, il volume degli asset in gestione, a causa del rafforzamento del franco svizzero, è diminuito del 6% a CHF 402 miliardi ($ 425,9 miliardi).

La banca spiega che l’aumento dell’utile netto è dovuto all’incremento di trading, grazie ad un balzo della volatilità nei mercati di cambio delle valute, di derivati ​​e di metalli preziosi

Inoltre, le commissioni della banca sono aumentate dell’8% a CHF 1,033 miliardi ($ 1,094 miliardi). Questa categoria degli utili comprende: le commissioni per i servizi di brokeraggio, proventi dell’emissione di titoli, commissioni di gestione e servizi di consulenza. Anche le criptovalute, molto probabilmente, sono state artefici di questo successo. Tuttavia la banca non ha creato una sottocategoria apposita per le valute digitali. Quindi, tutti profitti ottenuti delle attività con Bitcoin sono state inserite all’interno delle categorie sopracitate

Julius Baer ha iniziato offerire ai suoi clienti la possibilità di archiviare e scambiare le criptovalute a gennaio di quest’anno. Come partner commerciale, la banca scelse la crypto-startup SEBA AG, un’azienda con la licenza rilasciata dalla Swiss Financial Markets Authority (FINMA), per la gestione e le operation con le criptovalute.

Julius Baer (Julius Bär)

Julius Baer (Julius Bär) è una delle più importanti banche svizzere di gestione patrimoniale, infatti si occupa esclusivamente di attività di private banking e di risparmio gestito per la clientela privata e istituzionale, gestisce un patrimonio di 425,9 miliardi di dollari. Attualmente, la società è quotata sulla borsa svizzera SIX Swiss Exchange. Infine ricordiamo che, oggi si è saputo che il gigante di pagamenti digitali PayPal ha stipulato una partnership con Paxos per offrire ai propri clienti la possibilità di trading con le criptovalute.