La startup Zap e Visa rilasceranno una crypto-carta per i pagamenti in bitcoin

Jack Mullers, il CEO del famoso portafoglio Zap Wallet, ha annunciato l’inizio dell’open beta di Strike. Con quest’ultimo, gli utenti saranno in grado di effettuare pagamenti in Bitcoin (BTC) attraverso i trasferimenti bancari diretti.

In un’intervista rilasciata a CoinDesk, Mullers ha dichiarato: 

“Abbiamo aderito al programma Visa Fintech Fast Track. Questo programma consente alle blockchain startup di integrarsi più velocemente con il mondo finanziario tradizionale e fornisce ai partecipanti risorse e supporto in ogni fase”.

Secondo le parole di Mullers, il compito a breve termine di Zap è il lancio della crypto-carta di nome Strike, con la stretta integrazione del servizio Vista Direct.

Inoltre, la startup Zap ha in programma di competere con l’app Square di Jack Dorsey e Coinbase Card, grazie ad un costo inferiore.

Vantaggi di Strike 

Tra i vantaggi principali di Strike, Mullers ha evidenziato che gli utenti avranno un nome di dominio univoco che potranno utilizzare per inviare bitcoin semplicemente scansionando un QR-Code. Un servizio simile, chiamato “Ethereum Name Service”, è stato già lanciato nella rete della seconda criptovaluta in termini di capitalizzazione di mercato ETH. 

Inoltre, Strike non sarà un wallet di criptovaluta e convertirà bitcoin in dollari sul lato server per accreditarli sull’account dell’utente. Ciò consentirà di trasferire bitcoin a qualsiasi persona che possiede una carta o un conto in una banca americana (per il momento).

Per di più, l’identificatore pubblico di Strike non sarà associato all’indirizzo del bitcoin wallet. Pertanto, sarà possibile, ad esempio, inviare un donazione al creatore di contenuti senza rivelare reciprocamente i dati personali.

Visa

La compagnia Visa ha già confermato le informazioni sulla collaborazione con Zap, ma non ha fornito le informazioni aggiuntive.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 10399.72