L’Euro Digitale sempre più vicino: Lagarde lancia la consultazione pubblica

Fonte immagine: Cryptorivista, Marco Laurenti

Il Presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde, domenica apre la consultazione pubblica della BCE riguardo l’emissione di un euro digitale.

Tale affermazione implica che la Banca Centrale sta prendendo in seria considerazione la realizzazione di una CBDC. Tale proposta non riguarderebbe solo quella destinata all’uso tra banche, che comunque rappresenterebbe un cambiamento profondo nella prassi finanziaria, ma anche ad uso pubblico.

“Poiché gli europei si rivolgono sempre più al digitale nei modi in cui spendono, risparmiano e investono, dovremmo essere pronti a emettere un euro digitale, se necessario. Sono anche ansiosa di sentire le vostre opinioni in merito”, ha scritto Lagarde in un tweet.

Pur affermando che la BCE stia ancora esaminando la possibilità di emettere un euro digitale, il Presidente della Banca Centrale ha riferito nel video incorporato nel suo tweet:

“Abbiamo appena avviato una consultazione pubblica in modo che i consumatori e gli europei possano effettivamente esprimere la loro preferenza e dirci se sarebbero felici di usare un euro digitale nello stesso modo in cui usano una moneta o una banconota in euro”.

Ovviamente i commenti e la veemenza con la quale la Lagarde sta portando avanti la sua politica economica digitale hanno fatto subito scaturire dei commenti da parte di Benoit Couere, capo dell’Innovation Hub presso la Banca dei Regolamenti Internazionali nonché membro del Comitato Esecutivo della Banca.

Quest’ultimo in un recente articolo su CoinDesk, ha riferito che la presenza di una CBDC potrebbe soddisfare più casi d’uso rispetto alla carta mentre l’emittente, essendo una Banca Centrale, potrebbe supportare la liquidità e la fiducia nel valore della valuta. Di conseguenza, potrebbe promuovere la diversità dei pagamenti, contribuire a rendere i pagamenti transfrontalieri più rapidi ed economici, promuovere l’inclusione finanziaria e persino facilitare i trasferimenti fiscali in tempi di crisi, come l’attuale pandemia COVID-19.

Ricordiamo inoltre che nelle scorse settimana la BCE ha registrato il marchio ed il termine “Euro Digitale” e che la corsa alle CBDC sia più che realtà.

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su:

 Facebook – Twitter – Telegram – LinkedIn.