Microsoft ha proposto di utilizzare il corpo umano per il mining di criptovalute

Il gigante IT Microsoft, il 26 marzo, ha pubblicato una domanda di brevetto con il nome “CRYPTOCURRENCY SYSTEM USING BODY ACTIVITY DATA”.

Il documento mostra il corpo umano al quale è collegato un sensore. Il gadget collegato legge i dati sulle attività motorie svolte dal corpo e li trasmette al sistema di criptovaluta. Quest’ultimo, a sua volta, verifica le informazioni ricevute e, se soddisfano le condizioni prestabilite (consensus), premia l’utente con la valuta digitale.

Schermata-2020-03-28-alle-12-15-52

“Ad esempio, un’onda cerebrale o il calore corporeo generato da un utente quando esegue un’attività prestabilita dal fornitore di servizi, come guardare un annuncio pubblicitario o utilizzare un determinato servizio web. Tutto ciò può essere coinvolto nel processo di mining “, afferma la descrizione della versione fondamentalmente nuova dell’algoritmo Proof-of-Work (PoW).

Pertanto, Microsoft ha proposto un’alternativa al tradizionale mining PoW, che richiede molti investimenti, consuma molta energia ed inquina la terra.

Inoltre ricordiamo che, di recente, in Windows Defender di microsoft è stata rilevata una vulnerabilità. La minaccia potrebbe essere sfruttata da utenti malintenzionati per diffondere i malware e compromettere i desktop wallet.