Ripple: il 2020 sarà l’anno degli asset digitali

21 Dicembre, 2019

Ripple, la società che sta dietro lo sviluppo del token XRP, ha pubblicato le proprie previsioni per il 2020. Secondo il documento, pubblicato sul sito web ufficiale, il mondo è sul punto di passare all'uso massiccio degli asset digitali e questo processo inizierà grazie ai mercati emergenti.

 

Dopo aver analizzato il documento, abbiamo evidenziato alcuni punti chiave:

 
  1. La mass adoption di criptovalute inizierà da paesi come la Nigeria, il Kenya e altri, dove sono necessari i servizi finanziari più stabili delle valute FIAT attuali.
  2. La regolamentazione delle criptovalute e della blockchain renderà quest’ultimi più attraenti per l'uso da parte delle grandi aziende.
  3. Nel 2020, metà delle 20 maggiori banche mondiali inizierà a commerciare attraverso gli asset digitali sulla blockchain.
 

Ripple ha anche parlato delle prospettive di Libra. Gli analisti dell’azienda credono che i regolatori non consentiranno il lancio della valuta digitale di Facebook nel 2020, ma il progetto non verrà annullato, solo posticipato per il 2021.

 

Inoltre ricordiamo che, la società Ripple ha raccolto $ 200 milioni nel terzo round di finanziamento. Il round fu guidato da Tetragon, SBI Holdings of Japan e Route 66 Ventures.