Per la prima volta da febbraio, il prezzo di bitcoin è salito sopra i $ 10.400

Nella notte del 2 giugno, il prezzo di Bitcoin ha raggiunto i massimi annuali superato i $ 10,400. All’inizio di maggio, poco prima dell’halving, la prima criptovaluta fu scambiata sopra i $ 10.000, tuttavia, il tasso di BTC non è riuscito a raggiungere il massimo annuale fissato  a metà febbraio 2020.

Nella notte di lunedì, intorno alle ore 23:00 UTC, il prezzo di Bitcoin, in pochi minuti, è cresciuto di $ 500.  Allo stesso tempo, c’è stato anche un aumento significativo del volume degli scambi sugli exchange di criptovaluta, mentre il volume delle liquidazioni di posizioni su BitMEX ha superato i $ 120 milioni.

Al momento della pubblicazione di questo articolo, il prezzo di BTC è entrato in una leggere correzione ed ora la prima criptovaluta viene scambiato intorno a $ 10.100.

Schermata-2020-06-02-alle-09-13-13

Poco prima che il prezzo di Bitcoin salisse, il noto trader PlanB, autore del cosiddetto modello “Stock-to-Flow”, ha attirato l’attenzione della community su una serie di indici che in passato avevano già segnato l’arrivo dei nuovi cicli rialzisti.


Inoltre, nella crypto-community si ipotizza che il catalizzatore della crescita potrebbero essere gli eventi negli Stati Uniti, dove sullo sfondo dei disordini di massa, il presidente Donald Trump ha dichiarato che potrebbe usare l’esercito per ristabilire l’ordine nel paese.

“Tutti i sconvolgimenti tragici negli Stati Uniti favoriscono al prezzo di Bitcoin. I bilanci vanno da una parte, l’opposto di un approccio equilibrato. Quando Bitcoin riuscirà a oltrepassare la resistenza a $ 10.000, il suo prezzo inizierà a muoversi molto più rapidamente di prima”, ha scritto Mike Novogratz, il CEO di Galaxy Digital.


Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 10800.77