Austria: € 200.000 di multa per le società di criptovaluta che non rispettano le nuove norme dell’UE

10 Gennaio, 2020

A partire dal 10 gennaio, il regolatore finanziario austriaco sarà in grado di multare le società di criptovaluta che non rispettano i requisiti della quinta direttiva antiriciclaggio dell'UE (5AMLD EU), la multa può arrivare a € 200.000, riporta Bitcoinist.

 

Le imprese che operano con gli asset digitali devono registrarsi presso l'autorità locale per i mercati finanziari (FMA). Quando richiedono una licenza, le imprese devono dimostrare di disporre di liquidità, risorse e conformità sufficienti a tutti i requisiti normativi.

 

Le regole di FMA si applicano alle società che si occupano di "emissione, vendita e trasferimento di valute virtuali", nonché gestiscono gli exchange ed e-wallet.

5AMLD EU entrerà oggi, il 10 gennaio. Il documento autorizza i regolatori finanziari di ottenere le informazioni sufficienti in modo da associare gli indirizzi di e-wallet all'identità del proprietario.