Analisi Bitcoin: è arrivato il momento di una piccola pausa?

Fonte immagine: Cryptorivista, Crypto Rivista

Settimana estremamente bullish per BTC che segna nuovi ATH su base giornaliera toccando un picco in zona 24.500$.

Il CME Gap creatosi nel weekend è stato riempito dalla candela di storno di Lunedì 21/12.

Restano comunque aperti i gap sottostanti (GAP 1 e GAP 2)

La fase di debolezza di Bitcoin è avvalorata dalla formazione di una divergenza berish visibile sul timeframe daily (Linea nera sull’ indicatore RSI)

I livelli da tenere sotto osservazione sono in prima istanza lo 0.5 e 0.618 di Fibonacci, il primo in area 20.800$ e il secondo in prossimità del precedente ATH storico del 2017 in zona 20.100$.

Se i livelli non dovessero tenere (prematuro parlare di supporti dal momento che un effettivo retest non è ancora avvenuto) è auspicabile una ricerca della pool di liquidità situata nella zona 17.500 – 18.000$

Se anche questo supporto dovesse cedere si andrebbe a ritestare la zona 16.200-16.400$

Nonostante i livelli si trovino ad altezze molto differenti tra loro la cosa non deve stupirci dal momento che l’ impulso rialzista è stato marcato. Anche un retest delle zone inferiori non andrebbe, da un punto di vista tecnico ad inficiare il macrotrend di fondo.

La media mobile esponenziale (EMA) a 50 periodi si trova adesso al livello 18.400$ garantendo un ottimo supporto. Mentre la media mobile semplice a 200 periodi (SMA200) continua a registrare nuovi massimi storici a 13.700$. Questo conferma il supporto in area dei massimi registrati nel 2019.

Per saperne di più: Bitcoin rompe il muro dei 20.000$: dove si fermerà?

Ethereum: una forte correlazione con Bitcoin

Ethereum dagli inizi di novembre ha riacquisito una forte correlazione con Bitcoin, da questo punto di vista le chart sono similari così come la price action, il contesto è ovviamente differente e mentre Bitcoin ha superato in scioltezza il suo massimo storico Ethereum come il resto del mercato ALT sta ancora vivendo la speranza di una quanto mai prossima Alt Season.

La spinta al rialzo ha trovato un muro in zona 680$. Resistenza che stiamo tenendo d’occhio fin dalle prime analisi e che sarebbe stata colpita in caso di follow-up sulla riconquista del livello 0.618 di Fibonacci che ci portiamo dietro dal 2017.

In caso di perdita del livello 600-595$ le zone di supporto sottostanti sono la fascia tra i 530-540$ e ascendere in zona 485$.

Da tenere in considerazione la formazione anche in questo caso di una divergenza bearish che al contrario di quella formatasi nella chart di Bitcoin è molto più accentuata.

Per adesso gli scenari ci fanno intuire una probabile contrazione dei prezzi che non dovrebbe andare ad intaccare la struttura bullish del macrotrend.

L’attività del sito non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dal D.Lgs. 58/98, così come modificato dal successivo D.Lgs. 167/2007. Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale. Tutti i contenuti del sito hanno solo scopi didattici, educativi e informativi. Pertanto tutti gli articoli non sono da intendersi come consigli finanziari.