20-05-2019 1 minuto

JPMorgan: Bitcoin è salito al di sopra del valore intrinseco

vlad Scritto da Vlad Golub

Il nuovo rally del prezzo di bitcoin osservato nelle ultime settimane, può essere paragonato a quello del 2017 e del 2018; quando la rapida ascesa della criptovaluta è stata seguita da un forte calo delle quotazioni. Questa ipotesi è stata lanciata dal dipartimento strategico della JPMorgan in una lettera agli investitori, riferisce Bloomberg.

 

Inoltre, secondo gli analisti della banca, l'ultimo aumento del prezzo di bitcoin è salito al di sopra del suo "valore intrinseco".

 

Gli esperti della JPMorgan giunsero alla conclusione sopracitata attribuendo alla criptovaluta la classificazione di una ‘merce’ e prendendo come base il "costo di produzione", che include la potenza di calcolo, i costi dell'elettricità e l'efficienza energetica delle attrezzature per il mining.

 

'Negli ultimi giorni, il prezzo reale [di Bitcoin] ha significativamente superato i costi marginali. Questa discrepanza tra il costo effettivo e quello di mercato ricorda il rally del 2017. In quella occasione, la differenza sopracitata, è stata eliminata con il crollo drastico dei prezzi', scrivono gli analisti.

 


 

 

Allo stesso tempo, gli analisti della JPMorgan, hanno riconosciuto che non è facile determinare il valore di mercato e/o quello equo di qualsiasi criptovaluta:

 

'Le opinioni sono molto differenti al riguardo. Alcuni ricercatori dicono che [Bitcoin] non ha alcun valore fondamentale, mentre altri dicono che il fair value è significativamente più alto dei prezzi correnti.'

 

Ricordiamo che la scorsa settimana è stata contrassegnata dalla costante crescita di Bitcoin. Così, giovedì 16 maggio, il prezzo della prima criptovaluta ha aggiornato il massimo del 2019 a $ 8.319, dopodiché è partita la correzione. Al momento della stesura di quest’articolo, il prezzo di BTC, secondo la risorsa analitica CoinMarketCap, si aggira intorno ai $ 7.800.