12-05-2019 1 minuto

HTC rilascerà uno smartphone con il supporto completo per un Full Node di Bitcoin

scavolize Scritto da Andrea Scavolini

Nel terzo trimestre del 2019, il produttore di elettronica con sede a Taiwan - HTC - lancerà lo smartphone EXODUS 1s con l'innovativo supporto per avviare un nodo completo di Bitcoin, riporta Bitcoin Magazine.

 

"Nel modello EXODUS 1, consentivamo alle persone di gestire le proprie chiavi private, ora vogliamo fornire l'opportunità di implementare un nodo completo. Questa è tecnologia che renderà il mondo libero", ha affermato il CEO della compagnia Phil Chen.

 

Al momento, la blockchain di Bitcoin ‘pesa’ circa 200 GB, e ogni anno aumenta di 60 GB. Tuttavia, EXODUS 1s verrà rilasciato con 10 GB di memoria integrata e il supporto per una scheda SD aggiuntiva.

 

Gli utenti del nuovo smartphone sono stati già avvertiti che il funzionamento dell'intero nodo potrà svolgersi solo grazie alla connessione WiFi. Inoltre, gli utenti sono stati avvisati anche sul fatto che lo smartphone si surriscalderà a causa dell'elaborazione di enormi dati e si scaricherà rapidamente.

 

Allo stesso tempo, la funzione di mining su HTC non verrà implementata, dal momento che il mining di bitcoin richiede un'enorme potenza di calcolo computazionale. È interessante notare che l'azienda non esclude l'aggiunta di supporto per altre blockchain in futuro, in particolare, Ethereum.

 

Ricordiamo che il primo blockchain smartphone di HTC è stato introdotto ad ottobre dello scorso anno a Berlino. Il dispositivo ha un display da sei pollici, due fotocamere, un processore Qualcomm Snapdragon 845, una batteria da 3500 mAh e il sistema operativo Android Oreo.