Microsoft creerà un sistema di identificazione decentralizzata sulla blockchain di Bitcoin

Microsoft creerà un sistema di identificazione decentralizzata sulla blockchain di Bitcoin cover

Microsoft creerà un sistema di identificazione decentralizzata sulla blockchain di Bitcoin

Scritto da Andrea Scavolini
14-05-2019 < 1 minuto

Libro di Alex: Sognando la luna

Microsoft sta sviluppando ION, una soluzione che consentirà agli utenti di identificarsi per ottenere l'accesso a determinate informazioni. Secondo quanto hanno dichiarato in compagnia, alla base dell'infrastruttura di ION ci sarebbe la blockchain di Bitcoin.

 

 

Poiché gli identificatori gestiti da ION sono decentralizzati, ad esempio, se un account utente su un qualsiasi  social network viene eliminato, l'accesso ai servizi associati all'account rimarranno. Tutte le foto pubblicate nel profilo apparterranno all'utente e non al social network.

 

A causa dell'uso diffuso dei prodotti Microsoft nell'ambiente aziendale, la soluzione ION potrebbe potenzialmente cambiare l'intero settore tecnologico, ritiene il co-fondatore del gruppo di lavoro DID (Decentralized Identification) del World Wide Web Consortium, Christopher Allen.

 

"Se le infrastrutture aziendali integrano questa soluzione nei loro prodotti, avranno accesso al DID", ha affermato.

 

Si noti che il debugging della firma delle chiavi e la convalida del software tramite le reti pubbliche, compresi le blockchain di Bitcoin e Ethereum, ha impiegato gli specialisti di Microsoft per circa un anno. Tuttavia, fino alla fine del 2019, gli sviluppatori di ION sperano di passare dall'utilizzo della testNET di bitcoin alla rete principale.

 

Per concludere riferiamo che all'inizio di maggio, Microsoft, insieme alla holding finanziaria americana JPMorgan, ha lavorato per milgiorare la piattaforma blockchain Quorum.

Aggiornamento giornaliero

I nostri social


Le idee e le opinioni espresse in questo articolo non sono da considerare come un consiglio finanziario. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva. Il sito CryptoRivista.com non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001

[@username_url] profile img
Andrea Scavolini
@scavolize
Editor-in-Chief
131 NOTIZIE
10 ARTICOLI

Andrea Scavolize, classe 1992, psicologo esperto nel rapporto tra tecnoscienza e società nell'era postmoderna. Da sempre immerso nel mondo della tecnologia , ha cominciato nel 2017 a studiare autonomamente criptovalute e blockchain: è il fondatore della community facebook 'Bitcoin Pesaro e Urbino' e attualmente lavora come Editor-in-chief per CryptoRivista.