Hackerato KuCoin: il danno ammonta a 150 milioni di dollari

Fonte immagine: Unsplash, Vlad Golub

L’exchange di criptovalute KuCoin ha annunciato che dai hot wallet di Bitcoin, di token ERC-20 e altri “sono stati ritirati i fondi senza autorizzazione” (hack). Secondo alcuni rapporti, l’ammontare del danno potrebbe arrivare a 150 milioni di dollari.

In una dichiarazione, i rappresentanti dell’exchange hanno osservato che tutti gli asset sui cold wallet sono al sicuro. Il team di KuCoin ha promesso di rimborsare tutte le perdite degli utenti dal fondo assicurativo.

Il CEO di KuCoin Johnny Lyu ha confermato che la causa dell’incidente è stata un attacco di hacker. Secondo le dichiarazioni dell’uomo, l’exchange ha già denunciato l’incidente alle forze dell’ordine.

Inoltre, il team di KuCoin ha già avviato un’indagine interna sull’incidente.

“Come molti di voi avranno saputo, KuCoin ha registrato un incidente relativo alla sicurezza che ha intaccato uno dei suoi hot wallet con trasferimento anomalo di fondi. Kucoin è terribilmente dispiaciuto per quanto accaduto e sta lavorando a stretto contatto con le autorità internazionali e i più importanti exchange al fine di tracciare il maggior numero di informazioni possibile. I team KuCoin sta lavorando senza sosta per gestire nel migliore dei modi la questione e far si che in futuro un incidente simile non possa ripetersi“, ha dichiarato Emanuele Bucciarati – community manager di KuCoin Italia.

Inoltre, Bucciarati ha aggiunto che KuCoin ristorerà completamente i fondi degli utenti che hanno subito danni durante il hack, anche facendo ricorso al fondo assicurativo sottoscritto proprio a copertura di questi eventi.

Notizia in aggiornamento

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su: Facebook Twitter Telegram LinkedIn.