JPMorgan pagherà $ 2,5 milioni per le commissioni gonfiate per gli investitori in bitcoin

JPMorgan Chase, la più grande banca americana, pagherà $ 2,5 milioni per risolvere una causa legale contro gli investitori in Bitcoin. I reclami sono correlati a commissioni aggiuntive e al maggiore interesse che la banca addebitava a seguito di transazioni relative a criptovalute, riporta Finance Magnates.

In una causa avviata due anni fa, la banca è stata accusata di addebitare pagamenti imprevisti ai clienti. I problemi sono sorti dopo che JPMorgan ha vietato l’acquisto di criptovalute con le carte di credito e ha iniziato a considerare tali transazioni come un anticipo in contanti.

Il servizio di supporto della banca respingeva tutti i tentativi da parte dei clienti, che inaspettatamente si sono imbattuti in commissioni più alte, negando loro di poter contestare e cancellare le fee aggiuntive. 

L’unica soluzione che JPMorgan raccomandava ai propri clienti è di utilizzare le carte di debito per finanziare le transazioni mirate all’acquisto di criptovaluta.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 56872.00