Vitalik Buterin

Vitalik Buterin (1994) è un programmatore e copywriter russo-canadese, nonché fondatore di Ethereum, la seconda criptovaluta in termini di capitalizzazione di mercato. Prima di fondare la propria Blockchain, Vitalik Buterin fu il co-fondatore del crypto-media di nome “Blockchain Magazine”. 

Durante la lettura di questo articolo scoprirai:

  1. La biografia di Vitalik Buterin
  2. I primi passi nel mondo Crypto
  3. Gli inizi della carriera 
  4. La fondazione di Ethereum
  5. Il patrimonio di Vitalik Buterin
  6. La vita privata 
  7. La malattia di Vitalik Buterin 
  8. Tutti premi che ha ricevuto Vitalik 
  9. Vitalik Buterin oggi 

Biografia di Vitalik Buterin

Vitalik Buterin nacque nel 1994 nella città di Kolomna, vicino a Mosca. Il padre, Dmitry Buterin, è nato in Cecenia nella città di Grozny, attualmente è un programmatore ed uomo d’affari. 

La madre di Vitalik Buterin, Natalia Ameline, è un economista ed analista, laureata presso Istituto di fisica e tecnologia di Mosca.

Natalia Ameline, la madre di Vitalik Buterin

Infanzia di Vitalik Buterin 

All’età di sei anni, con i suoi genitori, Vitalik si trasferì in Canada. Da allora possiede la doppia cittadinanza.

A quell’età, il bambino sapeva già usare il PC in maniera sorprendente grazie, molto probabilmente, al suo padre programmatore.

Un giovanissimo Vitalik Buterin al computer

Infatti, già in tenera età, Vitalik Buterin dimostrava incredibili capacità matematiche e di programmazione. Aveva uno straordinario talento nel fare i calcoli a mente due volte più velocemente di qualsiasi altro bambino.

Grazia a queste capacità, in terza elementare, Buterin fu inserito in una classe per bambini “plusdotati”, dove si confermerà il suo amore verso la matematica, la programmazione e l’economia.

Dopo le elementari, Vitalik frequentò “The Abelard School”, una scuola privata e molto prestigiosa di Toronto.

Università di Vitalik Buterin

Nel 2012, Vitalik Buterin è entrato all’Università di Waterloo, dove ha scelto il corso di laurea in ingegneria informatica. Tuttavia, come molti altri geni, non ha finito gli studi e abbandonò l’università qualche semestre dopo aver scoperto Bitcoin.

Vitalik Buterin e Bitcoin

Vitalik Buterin ha scoperto dell’esistenza di Bitcoin da suo padre all’età di 17 anni. La sua passione per la criptovaluta fece sì che il giovane abbandonò gli studi.

Quando era all’università, Vitalik disse a suo padre che stava pensando di abbandonare gli studi per girare il mondo ed imprarare sempre di più sulla tecnologia blockchain.

Leggi anche: La Blockchain: cos’è e come funziona?

Tuttavia, il suo padre credeva che fosse un grande errore e che Vitalik dovesse continuare il suo corso di laurea, in modo da acquisire abbastanza capacità e “trovare un lavoro molto prestigioso e stabile presso Apple, Google, etc.”.

Dmitry disse a Vitalik che se avesse abbandonato l’università, avrebbe avuto una vita più difficile, ma che comunque avrebbe imparato molto più di quanto potesse imparare al college.

I primi passi nel mondo della criptovalute

Dunque, nel 2011, Vitalik Buterin scoprì Bitcoin. Tuttavia, all’inizio, la sua opinione riguardo la prima criptovaluta non era molto positiva. Il programmatore non riusciva a capire come il “denaro immateriale” potesse avere un valore.

Ciò nonostante, il suo scetticismo non durò a lungo e presto Buterin si interessò all’idea di un sistema economico decentralizzato.

Il ragazzo iniziò a discutere di Bitcoin sui vari forum, capire i meccanismi della Blockchain e scrivere degli articoli analitici. 

Gli articoli di Buterin sono stati notati da uno sviluppatore rumeno di nome Mihai Alisie, il quale ha proposto al ragazzo di creare insieme una rivista sulle criptovalute – Bitcoin Magazine. Dopo il lancio del portale, la maggior parte degli articoli (oltre 400) furono scritti proprio da Vitalik Buterin.

Attualmente, Mihai Alisie non è solo il co-fondatore di Bitcoin Magazine, ma anche di Ethereum.

La rivista creata da Buterin e Alisie fu pubblicata sia in formato elettronico sia in quello cartaceo.

Bitcoin Magazine, la rivista creata da Buterin e Alisie

Invenzione di Ethereum

Buterin ha abbandonato l’università nel 2013 per concentrarsi sulla ricerca e gli studi della tecnologia blockchain.

Vitalik scrisse:

“Ho viaggiato in tutto il mondo, ho fatto molta ricerca sui progetti di criptovalute e alla fine ho capito che erano troppo limitati ad applicazioni specifiche …”

Durante i suoi viaggi, Buterin ha visto diversi progetti correlati a Bitcoin, da piccoli negozi nel New Hampshire e ristoranti a Berlino che accettano BTC a bancomat e varie piccole community in tutto il mondo. Tuttavia, erano tutti concentrati principalmente su come migliorare e promuovere la funzione della prima criptovaluta come denaro.

Ad ottobre 2013 Vitalik visitò Israele, dove ha incontrato le persone che lavoravano su CovertCoins e MasterCoin (successivamente Tether). Questi progetti avevano come obiettivo cercare di sfruttare la tecnologia blockchain per molte altre applicazioni, ad esempio emissione di token in aggiunta a Bitcoin consentendo agli utenti di utilizzare i contratti finanziari – stablecoin.

Dopo aver esaminato i protocolli utilizzati da questi progetti, Vitalik si è reso conto che era possibile generalizzare in modo massiccio ciò che i protocolli stavano facendo, sostituendo tutte le loro funzionalità con la completezza di Turing.

Inoltre, Vitalik si è reso conto che Bitcoin non disponeva di un linguaggio di scripting per lo sviluppo di app e alla fine ha scoperto che era possibile sviluppare un nuovo sistema basato su blockchain che gli sviluppatori potevano utilizzare per creare le app decentralizzate (dApps).

Un’idea complessa nella quale non credeva nemmeno lo stesso Buterin 

Inizialmente, Vitalik Buterin ha presentato la sua idea ai crypto-entusiasti che stavano già sviluppando i progetti di criptovalute, ma tutti gli dissero che sebbene fosse un progetto interessante, non era ancora il momento di fare le cose così in grande. Pertanto, Buterin ha deciso sviluppare tutto da solo.

Vitalik Buterin ha documentato le sue idee e scoperte e ha pubblicato un white paper alla fine del 2013. All’epoca Vitalik Buterin aveva appena compiuto 19 anni. L’obiettivo di Buterin era quello di creare le app decentralizzate sulla blockchain.

Secondo il white paper, Ethereum è stato descritto come “la piattaforma decentralizzata per lo sviluppo del software”.

Questo approccio, secondo Buterin, avrebbe dovuto facilitare la creazione di nuove criptovalute e app che condividono un’unica blockchain.

FATTO INTERESSANTE:

“Vitalik scelse il nome Ethereum dopo averlo notato in un articolo di fantascienza su Wikipedia.”

Vitalik ha inviato questo documento a 15 dei suoi amici, che, a loro volta, lo hanno condiviso per il loro network. Di conseguenza, circa 30 persone si sono rivolte a Vitalik per discutere il concetto. Buterin si aspettava un feedback molto critico e che le persone segnalassero gli errori critici nel concetto, ma non è stato così.

Al contrario, questo lavoro ha attirato l’attenzione e ha fatto guadagnare a Vitalik una borsa di studio di Peter Thiel di $ 100.000. Questo premio viene assegnato ai giovani per la realizzazione di progetti innovativi.

In quel momento, Buterin ha capito definitivamente cosa vuole fare e si dedicato completamente ad Ethereum.

Il primo team di Ethereum

Oltre a Vitalik Buterin, i primi membri del team di Ethereum furono Mihai Alisie, Anthony Di Iorio e Charles Hoskinson (il creatore della criptovaluta Cardano).

Sono stati poi raggiunti da Amir Chetrit, che ha lavorato con Buterin in Israele su un progetto chiamato ColoredCoins, e Gavin Wood, un programmatore britannico che ha trasformato il white paper di Buterin in codice valido durante le vacanze di Natale.

La conferenza che ha cambiato tutto

Durante la conferenza BTC Miami 2014, indossando una maglietta con la scritta “Ethereum”, Vitalik Buterin si è esibito sul palco, delineando l’essenza del suo progetto. Il suo discorso era monotono e piuttosto difficile da capire, ma al termine, tutti gli ascoltatori hanno fatto una standing ovation. Dopo il discorso di Vitalik, c’era già una grande fila di persone disposte a parlare e investire.

Tuttavia, la legislazione statunitense gli ha impedito di iniziare la raccolta fondi subito dopo la conferenza, perché ricevere denaro da investitori non accreditati avrebbe potuto scatenare la denuncia da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti. 

Pertanto, lo sviluppo di Ethereum iniziò all’inizio del 2014 attraverso la società svizzera di nome Ethereum Switzerland GmbH (EthSuisse), e successivamente attraverso la fondazione svizzera no-profit Ethereum Foundation (Stiftung Ethereum).

Una volta iniziata la sua campagna di crowdfunding, Ethereum è diventato il secondo progetto più popolare nella storia di Internet.

In appena 42 giorni, Ethereum ha raccolto più di 31.000 bitcoin, ovvero 18,4 milioni di dollari al tasso del 2014.

Patrimonio di Vitalik Buterin

Considerando la percentuale più alta del patrimonio netto di Vitalik Buterin, ovvero il suo wallet di Ethereum, possiamo affermare che, al momento della stesura di questo articolo, il giovane possiede almeno $ 139 milioni –  333,333 ETH. 

Oltre a Ethereum, si dice che Vitalik Buterin detiene anche molte altre monete. Secondo alcune indiscrezioni Buterin possiede anche le discrete cifre in token ERC20 come: Maker (MKR), Augur (REP), OmiseGO (OMG) e Kyber Network ( KNC). 

Inoltre, Buterin ha anche affermato di possedere una partecipazione “significativa” in due startup: Clearmatics e StarkWare.

Clearmatics è una società di sviluppo blockchain, mentre StarkWare Industries Ltd. è una società di software che sta cercando di risolvere i problemi di scalabilità e privacy relative al registro distribuito.

Secondo Crunchbase, tra la Serie A e i primi turni di finanziamenti, Clearmatics ha raccolto $ 13,3 milioni e StarkWare – $ 36 milioni.

Infine, Vitalik Buterin percepisce anche lo stipendio da Ethereum Foundation. Nel 2016, Buterin ha annunciato di ricevere almeno $ 150,000 all’anno dalla fondazione. 

Vita privata di Vitalik Buterin

Vitalik Buterin è una persona molto timida e non parla molto di se stesso. 

Qual è il QI di Vitalik Buterin?

Possiamo sicuramente affermare che Vitalik Buterin è un genio, tuttavia il suo QI (quoziente intellettuale) è sconosciuto.

Vitalik Buterin ha una ragazza?

Essendo una persona molto chiusa, attualmente non si sa niente delle relazioni di Vitalik Buterin. 

Di cosa è malato Vitalik Buterin? 

In molti media (e sui forum) Vitalik Buterin è considerato un autistico adulto. Circola anche una strana storia della sua infanzia che mostra che una volta ha ingoiato un intero limone insieme alla sua buccia. Tuttavia, non ci sono informazioni sulla sua malattia da fonti ufficiali e nemmeno dallo stesso Vitalik.

“Noi di CryptoRivista, ovviamente, non siamo medici e quindi non vogliamo parlare del suo stato di salute.”

Riconoscimenti di Vitalik Buterin

  1. Nel 2012 è stato premiato con una medaglia di bronzo alle Olimpiadi Internazionali di Informatica
  2. Premio Thiel Fellowship 2014
  3. The World Technology Leader Award nella categoria software nel 2014.
  4. Fortune 40 Under 40 nel 2016 (31°)
  5. Fortune 40 Under 40 nel 2017 (10°)
  6. Forbes Under 30 nel 2018
  7. Fortune 40 Under 40 nel 2018 (22°)
  8. Laurea honoris causa dell’Università di Basilea, 2018

Vitalik Buterin adesso

Attualmente Vitalik Buterin abita a Singapore e continua a contribuire alla community di criptovalute sviluppando alcuni progetti. Quest’ultimi includono le librerie DarkWallet, Bitcoin Python, Kryptokit, pybitcointools, multisig.info, btckeysplit ed Egora.

Inoltre, bisogna sottolineare l’influenza di Vitalik Buterin sulla crypto-community e sul mercato in generale. Ad esempio, a metà del 2017, quando alcuni burloni sconosciuti hanno diffuso le false voci sulla sua morte di Vitalik in un incidente d’auto, il valore di Ethereum è sceso di quasi un terzo.

Quindi, questo ci fa capire quanto il mondo delle criptovalute è ancora molto interessato al lavoro di Vitalik Buterin.

Considerazioni finali su Vitalik Buterin

Indubbiamente, Vitalik Buterin è una figura molto influente nel mondo delle criptovalute, della finanza e della blockchain.

Forse Ethereum non è ancora diventato quello strumento decentralizzato che renderebbe la vita più facile a molte persone. Forse Ethereum non ha ancora l’elevata scalabilità e usabilità che tutti vorremmo vedere. Ma Vitalik Buterin ha dato al mondo una prospettiva completamente nuova sulla tecnologia blockchain e sulle sue applicazioni.

Quindi, indipendentemente da cosa ognuno di noi pensa di Ethereum, la creazione di Vitalik Buterin ha rivoluzionato il mondo.