Gli hacker hanno violato uno degli account Twitter del Primo Ministro indiano

Gli hacker hanno violato uno degli account Twitter ufficiali del Primo Ministro indiano Narendra Modi. Sulla pagina Twitter del sito personale di Modi, gli ignoti hanno pubblicato una serie di tweet con una finta richiesta di supportare il fondo di beneficenza del PM in Bitcoin ed Ethereum, riporta The Economic Time.

Fonte: The Economic Time

L’account @Narendramodi_in ha più 2,5 milioni di follower, mentre il profilo personale di Modi, con oltre 61 milioni di follower, non è stato violato. Attualmente, sul wallet degli hacker sono stati trasferiti appena $ 0,03.

Fonte: etherscan.io

I ricavi del fondo di Modi vanno ad aiutare le famiglie delle persone decedute durante i disastri naturali, comprese inondazioni, cicloni e terremoti. Le donazioni di solito arrivano in denaro fiat.

Un portavoce di Twitter ha affermato che la società ha adottato le misure per proteggere l’account del primo ministro indiano ed ora è sicuro. Al momento della stesura di questo articolo, i post compromettenti sono stati eliminati.

L’hacking dell’account Twitter del primo ministro indiano Modi è avvenuto un mese e mezzo dopo un il più grande attacco della storia di Twitter, durante il quale sono stati violati i profili  di Elon Musk, Bill Gates e altre celebrità. Durante l’attacco gli hacker sono riusciti ad ottenere circa $ 120,000 in BTC dalle sue vittime.

Quindi, qualche giorno dopo, si è saputo che la mente dell’attacco sul social network era un 17enni di Florida di nome Graham Clark. Ora il giovane si trova in prigione con 30 capi d’accusa, se dichiarato colpevole, rischia fino a 200 anni di prigione.

Infine ricordiamo che, di recente, il primo ministro indiano Narendra Modi ha parlato della necessità di sviluppare le tecnologie avanzate volte a diventare la pietra miliare dello sviluppo economico del Paese. Oltre al 5G, Internet of Things (IoT), Big Data e quantum computing, il Primo Ministro dell’india ha menzionato nel suo discorso anche la tecnologia blockchain.

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su: Facebook Twitter Telegram LinkedIn.