L’Italia è il paese che crede di più nel futuro delle criptovalute!

Due terzi degli europei sono convinti che tra dieci anni le criptovalute non scompariranno e continueranno ad esistere. Tali risultati sono stati mostrati da un sondaggio condotto dell’exchange bitFlyer.


Lo studio è stato condotto per la seconda volta e, quest’anno, al sondaggio hanno preso parte circa 10 mila persone provenienti da dieci paesi dell’UE. La seconda ricerca ha evidenziato che l’indice di “gradimento” delle criptovalute è cresciuto del 3%, dal 63% al 66%.

Commentando i risultati, Andy Bryant, Chief Operating Officer di bitFlyer Europe, ha ammesso che il gradimento delle criptovalute così alto è in parte dovuto alla incertezza economica causata dalla pandemia di COVID-19.

L’Italiai, il paese che ha affrontata per primo in Europa la pandemia, si è rivelata la più ottimista riguardo le criptovalute – il 72% degli intervistati italiani hanno espresso la propria fiducia nel futuro delle criptovalute. Al secondo posto troviamo i Paesi Bassi e la Polonia (70%), seguiti dalla Spagna (68%).

Schermata-2020-04-30-alle-18-31-48

Il più grande scetticismo verso le criptovalute hanno mostrato i cittadini del Regno Unito (56%).

I ricercatori, tuttavia, hanno sottolineato che i risultati dovrebbero essere presi con cautela, poiché molti di coloro che credono nelle criptovalute si sono trovati in difficoltà a spiegare “il perché ci credono” e “quale ruolo giocheranno le crypto in futuro”.