Bitcoin: I miner di BTC hanno aumentato il consumo energetico

Il consumo energetico da parte dei miner di Bitcoin ha ripreso la crescita dopo il crollo avvenuto a causa dell’halving, riporta Digiconomist.

Due settimane dopo l’halving, il consumo energetico di Bitcoin è sceso del 24%, passando da 77,78 TW · h/anno a 54,9 TW · h/anno. Al momento l’indice del consumo è salito a 61,44 TW · h/anno.

Fonte: Digiconomist

Tuttavia, l’indice del consumo energetico di Bitcoin sviluppato dell’università di Cambridge riflette cifre diverse. Secondo il “Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index”, al momento, il consumo medio di energia dei miner è pari a circa 58.24 TW · h / anno, mentre l’11 maggio, il giorno dell’halving, l’indice ha raggiunto i 83.43 TW · h / anno.

Fonte: CBECI

Inoltre, secondo i dati di Digiconomist, l’attuale consumo di energia elettrica della blockchain di Bitcoin è paragonabile a quello del Kuwait e della Svizzera. Mentre se Bitcoin fosse uno stato, si sarebbe classificato al 45° posto in termini di consumi di energia elettrica.

Fonte: Digiconomist 

Un altro dato interessante è che ogni singola transazione di BTC rilascia nell’aria un impronta di carbonio paragonabile a 626.300 transazioni Visa o a 41.410 ore di visualizzazioni dei video su YouTube.

Fonte: Digiconomist 

Infine ricordiamo che, secondo un recente rapporto, il 90% degli investitori in Bitcoin teme per il destino del wallet dopo la morte.

Crypto menzionate (1)

Bitcoin / BTC

$ 19135.42