Come guadagnare velocemente con i Bitcoin e le criptovalute. I 4 modi migliori

Fonte immagine: Unsplash, Vlad Golub

Il mercato di Bitcoin e delle criptovalute offre molte opportunità per fare soldi ogni giorno. Alcune di queste sono conservative, ad esempio, fare trading focalizzandosi sulle fluttuazioni del prezzo di BTC, il cui valore può variare di circa il 10% al giorno. Altre offrono un reddito significativamente più elevato ma i rischi aumentano proporzionalmente.

In questo articolo vedremo i 4 modi più veloci per guadagnare nel mercato delle criptovalute: 

  • Trading con leva elevata e con option
  • Defi
  • Yield Farming

Trading con leva e Bitcoin option

Uno dei modi per ottenere grandi guadagni su una singola transazione, o per perdere tutto, è fare trading con leva. Molti exchange e piattaforme di derivati ​​come Bitmex, Binance Futures, KuCoin Futures e altri consentono ai clienti di prendere in prestito fondi lasciando in garanzia criptovalute. L’ammontare ed i rischi del prestito sono determinati da un coefficiente, il cui valore parte da 1 e arriva a 100.

La leva funziona nel seguente modo: un trader mette in garanzia sull’exchange, diciamo, 1 euro e, avendo scelto una leva con un coefficiente di 100, riceve in cambio 100 euro. Quindi, a questo punto la piattaforma acquista automaticamente la criptovaluta per 100 euro. Se il prezzo dell’asset che ha scelto il trader dovesse salire dell’1%, l’utente ottiene un profitto del 100%. Se il prezzo dell’asset dovesse scendere dell’1%, la piattaforma chiude automaticamente la posizione e si riprende sia i fondi forniti in prestito che la garanzia lasciata dall’utente.

Un altro modo per fare soldi velocemente si chiama OPZIONE CALL/PUT o in inglese call/put-option. Si tratta di contratti che danno il diritto di acquistare/vendere un asset ad un prezzo predeterminato chiamato Strike price. Per esercitare la option inoltre, l’investitore deve pagare un premio.

Il potenziale profitto di una option è determinato dalla differenza tra spot e strike price, al quale viene sottratto il premio. Per esempio per una call option, se lo strike price di Bitcoin è $ 10 000 e il premio pagato è $ 1 000, allora un prezzo spot di $ 12 000 porterà a un profitto di $ 1 000. Viceversa per una put option se lo strike price è $ 10000 e il premio pagato è $ 1000, un prezzo spot di $ 8000 produrrà un guadagno di $ 1000.

Investire in token DeFi

Un altro modo sicuro per aumentare il capitale o perdere tutto, è investire in criptovalute nel segmento di finanza decentralizzata (DeFi). Nel 2020, questo settore sta vivendo una fase di “boom”. Il prezzo di molti token DeFi che non esistevano ancora a giugno-luglio sono aumentati del migliaia percento ad agosto. L’esempio più eclatante è il token della piattaforma Yearn Finance (YFI). Il protocollo è stato rilasciato il 18 luglio ed ogni token costava circa $ 32 all’epoca. A settembre, il prezzo di YFI è salito di oltre il 130 000% a $ 44,000, ora però è sceso a $ 27,000.

Ci sono molti altri esempi simili. Il prezzo del token Unitrade (TRADE), lanciato il 5 agosto, è passato da $ 0,11 a $ 2,6, ma poi è sceso a $ 1. La moneta UMA (UMA), emessa a fine aprile, è cresciuta da $ 0,3 a $ 25, ora costa $ 12,5. Il prezzo della criptovaluta Ocean Protocol (OCEAN) è cresciuto da $ 0,03 a $ 0,62, ora è sceso a $ 0,32.

Grazie ad una crescita così impressionante di alcuni token di finanza decentralizzata, attorno a questo settore si è creato un “hype” notevole, grazie al quale un solo acquisto riuscito di una criptovaluta DeFi può moltiplicare il valore dell’investimento del migliaia percento. Ma le possibilità di perdere su un trade del genere sono molto più alte delle possibilità di guadagno. In primo luogo, ora esistono troppi progetti DeFi, soprattutto se confrontiamo il loro numero con quello di inizio estate. Pertanto, i capitali degli utenti , che in precedenza erano investiti in un numero limitato di asset, ora sono sparsi in migliaia di progetti.

In secondo luogo, insieme all’ “Hype”, nel settore della finanza decentralizzata sono entrati molti Scammer. Ed attualmente, il numero di DeFi token emessi da truffatori è molto più alto di quello dei progetti reali. 

Dopo l’incredibile aumento del prezzo di YFI, molti utenti hanno iniziato la caccia al nuovo yEarn Finance. Il mercato ha risposto a questa richiesta con dei servizi che mostrano il lancio di DeFi token in tempo reale. La maggior parte delle nuove monete viene lanciato per la prima volta sul DEX Uniswap. E i servizi come Astrotools.io o Dextools.io consentono agli utenti di monitorare in tempo reale tutte le monete aggiunte a Uniswap. 

Da un lato, i servizi sopraelencati consentono ai trader di acquistare monete non appena listate, nella speranza di una crescita esponenziale.

D’altra parte, Uniswap non ha una rigida procedura di listing. Chiunque può emettere un token e aggiungerlo a questo DEX. A questo proposito, i truffatori approfittano della “caccia” dei trader e cercano di scaricare loro monete prive di veri progetti e team di sviluppo. Probabilmente per questo motivo, secondo i dati di Astrotools.io e Dextools.io, le nuove criptovalute DeFi compaiono su Uniswap letteralmente ogni 5 minuti. Spesso non sono nemmeno umani a fare il listing degli scam token. Gli scammer creano un software che genera i token e li aggiunge automaticamente a Uniswap e altri exchange decentralizzati.

L’entità del rischio e il possibile reddito derivante dalla caccia a nuovi progetti DeFi è dimostrato dall’esempio del token HotDog. La criptovaluta è stata lanciata il 2 settembre e il suo prezzo è aumentato da $ 5 a $ 6200 in un giorno, per poi scendere quasi a zero in pochi minuti. Un altro esempio è la moneta SAFE. Il 14 settembre, il suo tasso è salito di oltre il 500%, raggiungendo i 5,000 dollari, dopo che il creatore di YFI ha ritwittato un messaggio dalla pagina del progetto sul suo account Twitter. Il giorno successivo, il token SAFE è crollato a circa $ 400.

Esistono diversi criteri che aumentano la probabilità di selezionare un token con un buon potenziale. Il primo è la emissione limitata. Più è basso questo indicatore, più alto potrebbe essere il suo prezzo in futuro. Ad esempio, il fattore chiave nella crescita del tasso di YFI è stato il fatto che ci sono un totale di 30mila token. Ma l’emissione limitata in sé non garantisce un aumento del prezzo della criptovaluta. Al contrario, molti progetti fraudolenti emettono monete con un’emissione di esattamente 30mila token per far credere ai trader inesperti che si tratta del nuovo YFI.

Il secondo criterio è l’esistenza di un progetto vero dietro il token. Se il team ha rilasciato un’applicazione decentralizzata o una piattaforma, con l’aumentare della sua popolarità, sempre più utenti conosceranno il loro progetto e il relativo token.

L’esistenza di un progetto vero aumenta anche le possibilità che il token venga aggiunto ai marketplace. Questo è il terzo e probabilmente il più importante criterio per la selezione dei progetti DeFi. Dopo listing sugli exchange, le monete DeFi mostrano una crescita esplosiva. 

Il motivo di questa crescita è che il listing della criptovaluta su un exchange importante da a più utenti l’opportunità di investire in asset che prima era sconosciuto.

Tuttavia, di solito, quando un progetto DeFi è stato già aggiunto ad un exchange importante, ormai è troppo tardi. In genere, il listing su Coinbase, Binance e altri giganti del settore coincidono con il massimo storico di molte monete. Pertanto, la possibilità di fare soldi investendo in token DeFi è maggiore se un utente li acquista dopo che sono apparsi su piccole piattaforme di trading, nella speranza che i leader del settore prestino loro attenzione.

Yield Farming

Il settore DeFi offre anche un altro metodo per fare soldi facili – lo “Yield Farming“. Quest’ultimo funziona in segue modo: l’utente effettua un deposito in garanzia sulla piattaforma DeFi, ad esempio in Ethereum. Sul deposito effettuato, il protocollo di finanza decentralizzata paga un tasso d’interesse, ma in un’altra criptovaluta – di solito nei token nativi della piattaforma. Le monete risultanti dallo “Yield farming” possono quindi essere vendute per fissare i profitti.

Attualmente, lo yield farming è molto popolare. Il motivo sono i tassi d’interesse sui depositi a volte folli. All’inizio, le piattaforme DeFi spesso offrono i rendimenti annuali del migliaia di percento. Ad esempio, il progetto Spaghetti Money nel primo giorno di attività ha consentito agli utenti di ricevere fino al 35,000% annuo in Bitcoin. Progetto Sushiswap – oltre il 2000%

Tuttavia, tali tassi d’interesse sono piuttosto sospetti. In effetti, ci sono una serie di sfumature.

In primo luogo, l’ammontare della redditività dipende dal numero di utenti: più il loro numero è alto, meno token verranno distribuiti tra i “farmer”.

In secondo luogo, il prezzo della moneta del protocollo gioca un ruolo chiave. In genere, il prezzo è alto solo il primo giorno dopo il lancio della piattaforma. Poiché non appena gli utenti iniziano a ricevere i pagamenti, vendono token e il loro valore crolla. Ciò, di conseguenza, influisce sui tassi dei depositi.

In terzo luogo, la maggior parte delle piattaforme DeFi vengono lanciate senza passare attraverso un audit. Ciò significa che il protocollo potrebbe contenere una vulnerabilità critica e c’è il rischio che gli utenti perdano fondi. Ad esempio, il 12 agosto, è stata lanciata la piattaforma DeFi Yam, il primo giorno gli utenti hanno depositato in garanzia per fare lo “yield farming” oltre $ 500 milioni in criptovalute. Il giorno successivo, lo sviluppatore del progetto ha segnalato un errore nel codice. Dopo mezz’ora, il prezzo del token Yam è crollato da $ 167 a $ 1.

In quarto luogo, sono i truffatori. Gli scammer inventano vari modi per ingannare gli utenti e rubare i loro fondi. Un esempio semplice è che il codice della piattaforma potrebbe contenere una commissione estremamente alta per il prelievo di fondi. Quindi, per depositare criptovaluta per lo “yield farming”, l’utente deve pagare $ 30-50, invece per ritirare – più di $ 1000

In quinto luogo, un malinteso su come funziona lo “yield farming”. L’11 settembre, un utente ha raccontato alla community di come ha perso $ 5,000. Ha depositato i fondi su una piattaforma DeFi per ricevere un interesse pari al 300% annuo sul deposito in Ethereum. Tuttavia, in seguito ha deciso di cambiare il piano con un altro, più vantaggioso.

Il progetto Kimbap offriva un rendimento del 1000% annuo se per lo “yield farming” venisse utilizzato il token nativo della piattaforma. L’utente lo ha acquistato per $ 5000 e ha effettuato il deposito. Il giorno successivo, il prezzo della moneta acquistata è sceso più di 100 volte

Quindi, come abbiamo visto oggi, il mercato delle criptovalute offre tantissime opportunità di guadagno, ma anche oltre tante possibilità di perdere tutto. Perciò, state molto attenti dove investite i vostri fonti, il mercato delle criptovalute non perdona l’inesperienza. 

NB. Le informazioni in questo articolo NON sono da intendere come consigli finanziari, che CryptoRivista NON è abilitata a fornire.

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su: Facebook Twitter Telegram LinkedIn